Seguici su Facebook Seguici su Instagram
RicettePangiallo

Pangiallo

BioIntegraleLightSenza GlutineSenza LattosioSenza UovaVeganoVegetariano

Un dolce che ha origini nella Roma antica, realizzato soprattutto durante il periodo invernale. Negli anni il Pangiallo ha subito diverse trasformazioni ma le basi rimangono farina, lievito, frutta secca e cannella.

Condividi

1) Tagliate a cubetti 250 g di canditi (arancia e cedro), tritate grossolanamente 400 g di frutta secca (noci, nocciole, mandorle e pinoli) e mettete a bagno in acqua 250 g di uvetta. Stemperate 12 g di lievito di birra fresco in 3 dl di acqua tiepida. In una ciotola, disponete a fontana 200 g di farina e mettete al centro 3 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva, 1 cucchiaino di cannella in polvere, 1/2 cucchiaino di noce moscata e un pizzico di sale. Amalgamate gli ingredienti aggiungendo, poca alla volta, l'acqua con il lievito. Poi unite la frutta secca, i canditi e l'uvetta strizzata e impastate bene. Coprite la ciotola con un telo e lasciate riposare per 12 ore.

2) Intanto preparate una glassa mescolando 50 g di zucchero a velo, 1 cucchiaino di farina e 2 cucchiai di acqua. Date all'impasto la forma di una pagnotta, trasferitelo in una teglia foderata con carta da forno e spennellate la superficie con la glassa. Cuocete in forno a 180° per 45-50 minuti finché il pangiallo sarà ben dorato. 

TAG: #canditi#cannella#farina#frutta secca#lievito di birra#noce moscata#Pangiallo#uvetta#zucchero#zucchero a velo

Abbina il tuo piatto a

Aggiornamento disponibile!
Fai tap sul pulsante AGGIORNA per aggiornare la Web App.

AGGIORNA ANNULLA

Installa la Web App Le ricette di Sale&Pepe sul tuo iPhone.

Fai tap su Installa Web App e poi Installa Web App "Aggiungi a Home".

Sei offline, alcune risorse potrebbero non essere disponibili. Verifica la connessione.