Pistacchi, un toccasana per dieta e salute - Sale&Pepe
Pistacchi, un toccasana per dieta e salute

Pistacchi, un toccasana per dieta e salute

I pistacchi nello specifico quelli americani, hanno proprietà nutritive eccellenti: ricchi di vitamine e minerali, aiutando il sistema immunitario e favoriscono il dimagrimento.

Pinterest
stampa
Pistachios-03
Sale&Pepe

Contrariamente a quanto potevate pensare, il goloso pistacchio fa davvero bene. Vero che uno tira l'altro ed è spesso il protagonista dei classici aperitivi, ma è anche un toccasana che mantiene il cuore in buona salute e aiuta anche a prevenire il diabete. Infine, come tutta la frutta a guscio, allungano la vita e, nelle giuste quantità, aiutano anche a mantenere il peso forma. Secondo nuove ricerche, però, sarebbero in particolare i pistacchi ad aver la proprietà di stimolare le capacità intellettuali e aumentare i livelli di concentrazione al lavoro: per questi motivi sono un perfetto "superfood da passeggio, ufficio e smartworking" . 

Durante la pandemia le abitudini delle persone sono molto cambiate. In molti, condizionati dalla maggiore sedentarietà, stanno cercando di migliorare la loro salute generale e il loro sistema immunitario con una particolare attenzione alla dieta. Secondo l'International Food Information Council's Year-End Survey una persona su tre riferisce che le sue abitudini alimentari sono diventate più sane nel corso dell'ultimo anno. L'aggiunta di cibi nutrienti e sani alla dieta permette di assumere più vitamine e minerali necessari per aiutare il sistema immunitario a funzionare al meglio. Uno di questi favolosi alimenti? Proprio i pistacchi. L'hanno dimostrato gli studi compiuti sui pistacchi americani, ricchi di vitamina B6, zinco, rame, ferro, salenio folato, polifenoli, carotenoidi, fibre e proteine.

"Raccomando sempre i pistacchi come un comodo spuntino ottimo da consumare dopo un allenamento o ogni volta che si ha bisogno di uno snack nutriente per calmare la fame fino al successivo pasto" afferma il Dott. Giorgio Donegani, Tecnologo Alimentare ed Esperto in Nutrizione ed Educazione Alimentare. 

Il frutto a guscio, proprio come il pistacchio, è parte integrante di una dieta nutriente. Non solo sono naturalmente a basso contenuto di sodio e di zucchero, ma questi sono anche molto apprezzati per il loro impatto positivo sulla salute del cuore, sul peso e sulla gestione degli zuccheri nel sangue. 

Il campione osservato dagli specialisti ha dimostrato che l’assunzione di pistacchi - semi a basso indice glicemico (inferiore a 10) - aumenta il senso di sazietà, mettendo così un freno al desiderio di mangiare troppo.

157631Se la sensazione di sazietà dipende dalle caratteristiche del pistacchio e dal suo apporto nutritivo, occorre però anche tenere conto del fattore psicologico: meglio scegliere quelli da sgusciare, in quanto l’atto di eliminare il guscio rallenta l’ingestione e, nel frattempo, vedere l’accumulo dei gusci ricorda la quantità consumata, facendo da deterrente rispetto agli eccessi.

Il momento ideale per mangiare i pistacchi è un’oretta prima di pranzo o di cena: 30 grammi (circa 50 pistacchi) corrispondono infatti a 160 calorie, una quantità spezza fame che sazia lievemente aiutando anche a non abbuffarsi, più tardi, durante il pasto principale.

Tra i benefici dei pistacchi semi gli esperti indicano la loro azione anti colesterolo. Responsabile è il fitosterolo, di cui sono ricchi tutti i semi e in particolare questi: esso agisce su due fronti, riducento l’assorbimento del colesterolo durante la digestione e abbassando i livelli di colesterolo prodotti dal corpo.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it