Gent, città veggie: 5 esperienze verdi per viaggiatori gourmet

Gent, città veggie: 5 esperienze verdi per viaggiatori gourmet

Ricca di storia, arte e scorci suggestivi, Gent è una città che ha scelto di essere vegetariana in un paese, il Belgio, che ama molto la carne. Un paradiso veggie per chiunque abbia un palato curioso, ami lo stile di vita salutista ed ecosostenibile.

Pinterest
stampa
Gent (1)
Sale&Pepe

Gent è la "capitale" veggie d’Europa, per i suoi tanti ristoranti dai menu verdi, firmati da giovani chef di talento, e perché ha un suo giorno vegetariano ufficiale. Il Donderdag veggiedag (giovedì vegetariano) è un'iniziativa, lanciata dall'EVA - Ethical Vegetarian Alternative, che coinvolge scuole, uffici pubblici e ristoratori. Ecco quindi le esperienze giuste per calarsi nell’anima green della città.

1360651) Provare il menu del giovedì.
Come prima tappa conviene fermarsi al centro di accoglienza turistica per ritirare la guida alla “sopravvivenza vegetariana”. La mappa è preziosa per individuare a colpo d'occhio i locali che propongono, anche o esclusivamente, menu veggie.
Tra questi merita Avalon, ristorante situato in una casa d'epoca di fronte alla fortezza cittadina. Ordinate il dagschotel, piatto unico vegano (senza uova e latticini), i cui ingredienti cambiano di volta in volta. È molto gustoso e appaga anche l'appetito dei più esigenti. Avalon è aperto solo a pranzo.

1360672 ) Fare shopping bio tra mercato e boutiques verdi.
Prima ancora di arrivare in tavola, lo spirito verde e salutare avvolge mercatini e negozi di prodotti bio e organici. Anche se sono piccole realtà, propongono una scelta vegetariana sorprendentemente ampia. Una vera chicca è la boutique della senape, Tierenteyn Verlent, nei cui splendidi interni dell’Ottocento, viene prodotta e venduta senape artigianale, oltre a spezie, erbe e sottaceti per tutti i gusti: un viaggio nei sapori. E il venerdì mattina l’appuntamento è con il mercato ortofrutticolo di Groentenmarkt, dove fare scorta di primizie.

1360793) Mangiare hamburger e club sandwich veggie.
A Gent un sostanzioso hamburger è un piacere da regalarsi senza timori per la bilancia e per il colesterolo. Sì per ché qui anche i sapori più trasgressivi diventano salutari,senza che il sapore ne risenta. Da Tasty World, hamburgeria/take-away se ne possono gustare diverse versioni - agli spinaci, ai funghi o alla soia- tutte squisite e rigorosamente vegetariane. Una gran varietà di smoothies e succhi di frutta, tanto colorati quanto golosi, completano l’esperienza. Per chi ha voglia di un club sandwich o di una caesar salad c'è invece Greenway, imbattibile nella versione verde di questi grandi classici.

1360714) Scoprire parchi e giardini botanici.
Piccola, deliziosa e con tanti gioiellini da scoprire. Così è Gent. Dietro a ogni angolo si cela una sorpresa come la Cattedrale di San Bavone, che custodisce il Polittico dell’Agnello Mistico dei fratelli Van Eyck, capolavoro della storia dell’arte, o come il suggestivo Castello medievale dei Conti di Fiandra. Irresistibile è il richiamo di Citadelpark, splendido parco nazionale dove fare passeggiate a piedi o in bici e rilassarsi leggendo un libro o scoprendo due chicche immerse nel suo verde lussureggiante: il Museo delle Arti, che espone arte classica, e lo S.M.A.K con il meglio di quella contemporanea.

5) Dormire in una struttura green.
A Gent anche la scelta del soggiorno può essere verde. Il bed & breakfast Aanaajaanaa è ecologico, biologico e vegetariano. Dai materiali usati per la sua ristrutturazione, alle lenzuola, alla scelta del cibo proposto a colazione, qui tutto è all’insegna dell’ecosostenibilità. Una scelta confortevole perché si trova nel centro storico di Gent e perché le camere sono molto graziose.


Simone Pazzano
Gennaio 2017

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it