I fagottini di paccheri ai broccoletti

  • 75 minuti PT75M
  • MEDIA
  • kcal 510
  • recensioni
fagottini-di-paccheri-ai-broccoletti
Sale&Pepe

Questi fagottini di paccheri ai broccoletti sono un primo piatto originale e scenografico

Ingredienti per 4 persone

CREA LISTA DELLA SPESA

Preparazione dei fagottini di paccheri ai broccoletti

1) Lessa verdura e pasta. Dividi i broccoletti a cimette e spella i gambi con un pelapatate. Porta a ebollizione abbondante acqua nella pentola, sala e cuoci i broccoli per 4-5 minuti. Sgocciolali e immergili in una ciotola d'acqua ghiacciata. Riporta a ebollizione l'acqua e cuoci i paccheri per i 2/3 del tempo indicato sulla confezione. Scolali, passali sotto acqua fredda corrente e lasciali asciugare su carta da forno. 

2) Prepara il ripieno. Scalda 2-3 cucchiai di olio nella padella antiaderente con gli spicchi d'aglio schiacciati e non spellati. Unisci i broccoli e saltali per 3-4 minuti a fuoco medio. Spegni, aggiusta di pepe ed elimina gli spicchi d'aglio. Frulla metà  degli ortaggi con un filo d'olio, 2-3 cucchiai di brodo e 1 cucchiaio di pecorino. Tieni in caldo il purè ottenuto. Dividi i broccoletti rimasti a pezzetti e mescolali con delicatezza alla ricotta passata al setaccio e al pecorino grattugiato rimasto. 

3) Inforna e servi. Farcisci i paccheri con il composto di broccoletti e formaggio, aiutandoti con un cucchiaino. Stendi 1 foglio di pasta fillo e ungilo con un filo d'olio. Disponi 1/4 dei paccheri in piedi sulla fillo, richiudi la fillo sulla pasta e fissa con 1-2 stecchini. Prepara altri 3 fagottini con lo stesso procedimento. Disponili sulla placca foderata con carta da forno bagnata, strizzata e unta con olio e cuoci in forno a 180° per circa 20 minuti. Distribuisci il purè di broccoletti preparato nei piatti e trasferisci sopra i fagottini di paccheri.

Cosa sono i paccheri

paccheri sono una tipologia di pasta tipica napoletana, i quali solitamente hanno la forma di maccheroni molto grandi, realizzati con la semola di grano duro. Il termine con cui viene chiamato questo tipo di pasta deriva dal greco antico e viene ancora utilizzato nella lingua italiana come “pacca”, ovvero una sorta di schiaffo a mano aperta che non presenta cattive intenzioni. È appunto da qui che la pasta prende questo appellativo, poiché si presenta dalle dimensioni piuttosto grandi e viene sempre accompagnata da sughetti prelibati. In alcuni casi i paccheri vengono farciti con ricotta e ragù. Alcune curiosità dialettali: “stare sotto al pacchero” significa stare ai comandi di qualcuno; “dare un pacchero a mano smerza” significa dare uno schiaffo utilizzando il dorso della mano.


Menù di appartenenza


Condividi la ricetta



Abbina il tuo piatto a


  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it