Come riorganizzare la dispensa in poche mosse

Come riorganizzare la dispensa in poche mosse

E’ il momento di eliminare gli alimenti scaduti e riorganizzare in modo più razionale armadietti e scaffali. Per avere tutto in ordine e a portata di mano ed evitare gli sprechi

Pinterest
stampa
come riorganizzare ladispensa:consiglipratici
Sale&Pepe

La primavera sta arrivando ed è tempo di riorganizzare la dispensa. Che si tratti di qualche armadietto o di un vero e proprio ambiente, razionalizzare gli spazi da dedicare a ogni alimento vi aiuterà a muovervi con maggiore disinvoltura in cucina, con un notevole risparmio di tempo e denaro. Sarà l’occasione per passare in rassegna le scorte alimentari, eliminare i cibi scaduti o dimenticati aperti tra gli scaffali e far posto alle provviste di primavera. 

1 Pulizia e controllo alimenti

Svuotate completamente ripiani e armadietti e puliteli con acqua e aceto per eliminare briciole e residui di cibo. Fate asciugare. Intanto passate in rassegna tutte le confezioni e i barattoli per controllare le date di scadenza ed eliminare quelli scaduti.

2 Ogni cosa al suo posto

Per prima cosa date un’occhiata allo spazio che avete a disposizione. Riponete gli utensili e i piccoli elettrodomestici che utilizzate poche volte all’anno su una mensola o uno scaffale in alto, in modo da guadagnare una postazione in più da dedicare a ciò che volete a portata di mano. Organizzate gli spazi dividendo i diversi alimenti per tipologia, in modo da sapere a occhi chiusi dove trovare ogni cosa. Un criterio può essere distinguere tra quelli che utilizzate quotidianamente da quelli usati di rado.

Pasta, riso, farine e cereali sono gli alimenti da tenere sempre a portata di mano. Trasferiteli nei barattoli di vetro a chiusura ermetica: saranno ben riconoscibili ed eviterete le infestazioni delle tanto odiate farfalline del cibo. Per mantenere croccanti biscotti e fette biscottate riponeteli nelle scatole di latta. Ricordatevi di dotare tutti i contenitori di etichette adesive con l’indicazione della data di scadenza.

Alimenti in scatola e conserve come pomodori pelati, tonno, legumi, salse, latte e succhi di frutta vanno conservati in base alla data di scadenza. Sistemate davanti quelli più vicini alla scadenza e dietro quelli che hanno tempi di vita più lunghi.

Olio & aceto

L’oliera merita un posto a parte. Sia l’olio sia l’aceto devono essere conservati al buio e il più possibile in un luogo fresco. Teneteli in un armadietto, lontano il più possibile dal piano cottura. Se necessitate di avere sotto mano l’olio per cucinare, trasferitelo in una bottiglia di vetro scura o in un contenitore di acciaio con un tappo, meglio se di sughero, lontano il più possibile dai fuochi.

Aglio & cipolle

Questi bulbi non vanno tenuti in frigorifero ma in un luogo asciutto e areato. Riponete aglio e cipolle in un ripiano basso di uno scaffale a giorno, in modo da averli sempre a disposizione. Potete utilizzare come contenitori anche i cestelli impilabili in bambù per la cottura a vapore: lasciano passare l’aria e sono perfetti da sistemare su una mensola al riparo dalla luce.

Spezie ed erbe aromatiche

Il luogo ideale per conservarle è all’interno di un armadietto, al riparo da fonti di luce e calore. Se preferite tenerli in bella vista, abbiate cura di posizionarli non troppo vicino al piano cottura. Il calore rischia di alterarne le proprietà organolettiche.

3 Soluzioni salvaspazio

Ottimizzare lo spazio in cucina è un’arte si sa, non ce n’è mai abbastanza. Per aumentare  la capienza della vostra dispensa potete aggiungere delle mensole. Occupano poco spazio e potete sbizzarrirvi a riempirle con tanti barattoli, contenitori e scatole colorate. Gli armadietti della vostra dispensa si sviluppano molto in altezza? Potete recuperare spazio impilando le confezioni e le scatolette simili nella forma, oppure aggiungere dei divisori interni.

Un’idea in più: appendete una lavagnetta in un angolo della cucina dove segnerete di volta in volta ciò che vi manca o è in scadenza. Eviterete di acquistare inutili quantità di cibo e buttarlo via.

Silvia Tatozzi

13 febbraio 2017

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it