Noci brasiliane, provvidenziale delizia

Noci brasiliane, provvidenziale delizia

Le noci brasiliane, frutto pregiato della foresta amazzonica, sono particolarmente ricche di nutrienti. Aiutano a proteggere cervello, cuore, peso-forma e molto altro.

Pinterest
stampa
noci brasiliane_primo piano
Sale&Pepe

157833 “Uma delícia”: questa è la definizione “scientifica” della castanha-do-Parà, privilegio e vanto della terra e della cucina brasiliana, da noi italiani conosciuta semplicemente come noce brasiliana. Una noce grossa e dalla forma piuttosto mandorlata, che viene da un grande albero della foresta amazzonica ed è, oltre che deliziosa, appunto, particolarmente ricca di proprietà ottime per la salute.

157835Proprietà nutrizionali

Se tutta la frutta a guscio allunga la vita e aiuta a mantenere il peso forma, con un consumo regolare di circa 30 grammi al dì – 5-7 noci; 20-25 mandorle – di noci brasiliane ne può bastare anche una al giorno per beneficiare dei doni oleaginosi di questo seme - di seme infatti tecnicamente di tratta: ce ne sono 12-20 dentro il frutto simil noce di cocco del noce del Brasile, un albero che cresce esclusivamente nella foresta vergine. A  parte l’essere umano, solo l’aguti, grosso roditore delle foreste, e le termiti riescono ad accedere ai suoi golosi semi.

157831Se proprio vogliamo parlare di superfood, questo certamente potrebbe essere incluso nella lista: è ricco di selenio, fibre, vitamine (vitamina E), calcio, magnesio, fosforo, proteine e antiossidanti.

Soffermiamoci del selenio in particolare: una noce ne contiene tra 200 e 400 microgrammi, quattro volte tanto la dose minima giornaliera raccomandata. A cosa serve questo minerale? Aiuta a prevenire molte malattie, tra cui l’Alzheimer. Inoltre è essenziale per la formazione di un enzima, glutatione perossidasi, che è uno dei più potenti per neutralizzare l’azione dei radicali liberi, quelle molecole che, se abbondano nel corpo, creano molti problemi seri inclusa la morte dei neuroni – molti studi confermano infatti la correlazione tra l’azione nefasta dei radicali liberi e la comparsa del morbo di Alzheimer, causato proprio dalla morte dei neuroni.

157837Non solo cervello: le noci brasiliane sono amiche anche del cuore, perché apportano un’eccellente quantità di grassi e colesterolo “buono” e nonostante il loro apporto calorico considerevole (circa 656 calorie per 100 grammi) aiutano a dimagrire promuovendo davvero il senso di sazietà – e prevenendo l’ipotiroidismo, grazie al selenio, appunto, che aiuta anche a combattere i tumori. Magnesio e fosforo aiutano le ossa e non finisce qui, perché hanno molte altre proprietà benefiche per la salute, tra cui quella digestiva.

Possono costituire quindi un perfetto spuntino spezzafame, da mangiare regolarmente in ufficio alternandoli ai pistacchi, altra fruttasecca ricca di proprietà. 

157841Usarle in cucina

In torte – si abbinano bene anche col limone! – biscotti, crumble per arricchire il gelato ma anche con il filetto di salmone, granola. E poi fantastiche per fare un pesto, da mangiare col parmigiano, da spiluccare come aperitivo condite con pepe rosa, miele, fiore di sale e paprika piccante, per preparare un burro casalingo da spalmare sul pane fresco. E ancora nelle insalate, con il riso, per fare un sugo di noci con cui condire la pasta fresca.

157845Infine le noci brasiliane sono stupende per preparare un latte vegetale gustoso e nutriente: per farne un litro, lasciate a mollo una ventina di noci per 8 ore, poi sciacquate e frullatele con un litro d’acqua. Filtrate con un panno o un colino dalla trama sottile: il latte è pronto. In frigo dura due o tre giorni. Ciò che è rimasto dal processo di filtraggio può esere usato come una ricotta vegana.

Stella Rita
giugno 2018

SCOPRI I CORSI DI CUCINA DI SALE&PEPE

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it