Attenzione: le zanzare amano chi ama la birra

Attenzione: le zanzare amano chi ama la birra

L’anidride carbonica prodotta dalla pelle attira le zanzare. Per evitare le punture basta controllare l’alimentazione e adottare alcuni piccoli accorgimenti.

Pinterest
stampa
Female Mosquito Feeding on Human
Sale&Pepe

“Hai il sangue dolce, per questo piaci tanto alle zanzare!” la classica frase della mamma e della nonna non soo così campate per aria. Studi scientifici dimostrano proprio che c’è una stretta connessione tra l’odore della pelle e l’attrazione fatale delle zanzare. Il nostro odore personale è il risultato di una complessa combinazione di elementi chimici, batterici e ormonali, distinguere precisamente a cosa è dovuto l’odore umano non è sempre facile. È dimostrato tuttavia che le zanzare sono attirate da certi profumi, l’anidride carbonica è uno di questi elementi gradevoli.

I bambini e le donne incinte ne producono più di altri, per questo sono bersagli facili per i fastidiosi insetti che riescono a captarne le forti concentrazioni persino da 50 metri di distanza (clicca qui).

L’attrazione per l’anidride carbonica, spiega anche perché le zanzare si concentrano intorno all’orecchio: è ricco di ghiandole sebacee e la sua superficie epidermica, ricco com’è di pieghe, è relativamente estesa. Altro fattore con una notevole influenza è l’assunzione di alcol e di birra in particolare: uno studio dimostra che chi beve birra rischia di essere punto il doppio di altri soggetti a influire è la presenza dell’etanolo che aumenta la temperatura corporea già dopo 15 minuti dall’assunzione (clicca qui).

Anche gli ormoni hanno un ruolo in questo processo di attrazione: colesterolo e steroidi attirano l’attenzione e piacciono, quindi tenere i livelli bassi, non solo fa bene alla salute, ma tiene anche lontane le zanzare. Altra ghiottoneria sono i profumi dei cibi ricchi di proteine e alimenti zuccherati: questo spiegherebbe anche perché sono le ospiti più numerose ed entusiaste a una grigliata con amici.

Altri studi recenti parlano di una predisposizione genetica (clicca qui). Intanto l’indicazione per far fronte ai primi fastidiosi insetti è chiara, poca birra, evitare di aggirarsi e sudare nei parchi nelle ore in cui le zanzare sono pronte per cena e, se possibile scegliere gli alimenti che tengono a bada il colesterolo e tengono lontani gli instetti

Barbara Roncarolo
8 maggio 2015

Condividi

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it