Cosa mangeremo nel 2016: più snack, verdure, alimenti naturali

Cosa mangeremo nel 2016: più snack, verdure, alimenti naturali

Quali saranno i trend del nuovo anno nel settore food? I pasti diventano snack, tutto sarà naturale, più proteine e vegetali. Un rapporto racconta le 10 tendenze del 2016

Pinterest
stampa
Unhealthy snacks floating around head of woman sitting in front of empty plate
Sale&Pepe

Cosa consumeremo quest'anno e come lo faremo? Berremo acque vegetali, come quella di cocco o di betulla; vedremo i nostri pasti sostanziosi trasformarsi sempre più in tanti snack diversi e frequenti; mangeremo i latticini, ma senza lattosio, e poi faremo tanti acquisti di cibo online.
Sono solo alcuni tra i 10 trend del mondo del cibo che ci faranno compagnia nell'anno appena iniziato (vi ricordate quelli del 2015?): li racconta un rapporto dedicato all'industria alimentare e ai consumatori, quello pubblicato da New Nutrition Business Magazine (clicca qui), che ogni anno aiuta a riconoscere le tendenze globali nel settore food.

1, nuove bevande. Bando alle bevande gassate zuccherine: nel 2016 consumeremo acque a base di betulla o di cocco, o di mandorle, e poi troveranno spazio sugli scaffali tanti prodotti potenziati, dalle bevande ricche di sali minerali per lo sport, a quelle con la caffeina.

2, la "snackification". Impossibile tradurlo in italiano: letteralmente, è l'ode allo spuntino spezzafame, da tenere in borsa o da sostituire al pasto. Che si frammenta in tante piccole pause con prodotti anche gourmand.

3, prodotti caseari 2.0. Sì ai latticini, che continueranno ad aver successo nei supermercati, ma quest'anno andranno di moda in nuovi formati e packaging. Le aziende dovranno puntare molto sui prodotti senza lattosio, per aiutare gli intolleranti (sempre più numerosi).

4, una nuova dolcezza. Non rinunceremo al dolcetto nemmeno nel 2016, ma certo lo faremo con maggior coscienza cercando prodotti leggeri nel quantitativo di zuccheri con un conto calorico un po' inferiore.

5, la grande frammentazione. Mangeremo in modo molto diverso, curiosi e assetati di nuovi prodotti provenienti da tutto il mondo. Sì, il 2016 sarà l'anno delle sperimentazioni, dunque basta al pasto omologato, ma molta frammentazione nelle scelte e nei consumi.

6, alimenti funzionali. Sono quegli alimenti naturali che per le loro proprietà migliorano salute e benessere. Grazie alla molta informazione fatta da giornali e medici nonché dalle ricerche scientifiche, verranno preferiti ad altri: sono per esempio l'aglio, i broccoli, i frutti rossi, ma anche gli alimenti confezionati che contengono questi ingredienti.

7, cibi vegetali. È l'anno dei prodotti vegetali: verdure, chilometro zero, ma anche prodotti ricreati con le piante, come gli hamburger di soia.

8, a tutto e-commerce. Faremo sempre più la spesa online: non solo nel supermercato di fiducia optando per la consegna a domicilio, ma soprattutto a caccia di prodotti tipici e unici in arrivo direttamente dai produttori locali.

9, proteine. La ribalta delle proteine parte dagli Stati Uniti, dove, complice la moda delle diete che ne prediligono l'uso a sfavore dei carboidrati, questa tendenza è già in atto da tempo. Dagli Usa, l'alto consumo proteico potrebbe sbarcare ora anche nel Vecchio Continente.

10, gli alimenti "senza". Senza glutine, senza uova, senza zucchero, senza lattosio. È l'anno dell'affermarsi del culto del "senza", per via di allergie e intolleranze sempre maggiori. Cui anche l'industria alimentare si è ormai adeguata.

Eva Perasso
7 gennaio 2016

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it