Nella tua dispensa sette cibi già scaduti

Nella tua dispensa sette cibi già scaduti

Scommettiamo che anche tu hai qualcosa di scaduto che continui a tenere da parte? Forse non ci avevi mai pensato, ma tutti gli alimenti prima o poi si deteriorano. Anche questi 7 che proprio non ti va di buttare

Pinterest
stampa
Cibi in dispensa
Sale&Pepe

Forse te li sei dimenticati perché non li usi quasi mai. Ma verrà il giorno in cui vorrai adoperarli e sarai contento di trovarli ancora lì, sulla mensola, proprio dove li avevi lasciati.

Peccato che probabilmente, a quel punto, questi 7 ingredienti saranno scaduti.

Proprio così, ogni medaglia ha il suo rovescio e se nei mesi scorsi gli esperti di alimentazione ci avevano convinto che la scadenza di alimenti come il latte o la pasta va ben oltre la data dichiarata, oggi vogliamo avvisarvi che altri cibi invecchiano. Cioè, non sono eterni.

Vi sembra ovvio? Eppure, dando un'occhiata negli armadi delle nostre cucine, qualche "scheletro" salta all'occhio. Vediamo i più comuni.

1) Le spezie
Provate a dire che non possedete decine di barattolini e bustine (se ne avete il coraggio) o che li sostituite periodicamente. Normalmente peperoncino, curry, chiodi di garofano & Co. stazionano sui ripiani per svariati anni. Ma è un grosso errore. Anche se il tempo non li ha resi veramente dannosi, infatti, ne ha modificato il sapore in modo consistente, sufficiente a sciupare il vostro lavoro di cuochi. La vita media delle spezie, sappiatelo, non supera i 12 mesi, nemmeno in condizioni di conservazione ottimali.

2) La farina
Pensi che sia buona anche un anno dopo averla comprata? Allora pensi male. La durata di un pacchetto di farina è più vicino ai 6 che ai 12 mesi. Dopo questo tempo comincia a irrancidire o viene addirittura infestata dagli insetti, due eventi altrettanto nefasti per la riuscita dei tuoi piatti. In realtà questo alimento è tutt'altro che resistente e va conservato con cura, in un luogo fresco e asciutto. Se proprio non vuoi rinnovare spesso la tua riserva di farina, puoi raddoppiare la sua durata riponendola in frigo o freezer.

3) Il riso integrale
L'errore è considerarlo longevo come il suo cugino più comune. Ma la parentela in questo caso non conta: se il riso bianco dura circa 5 anni (o addirittura molti di più, nel caso venga ben conservato), quello integrale resiste appena 6-8 mesi, dopodiché comincerà a marcire.

4) La frutta secca
Non tutte le qualità hanno la stessa durata: si va da quella brevissima dei pinoli (appena 1-2 mesi) a quella delle mandorle (che restano buone per 12 mesi), passando per i pistacchi (3 mesi), le noci (6 mesi), le arachidi e gli anacardi (9 mesi). In definitiva, nonostante la frutta con guscio duro si mantenga commestibile per un tempo maggiore, non dimenticate noci e nocciole nel cestino di Natale fino alle prossime feste.

5) I cereali per il latte
Ne comprate di tanti tipi diversi con l'intenzione di variare spesso la vostra prima colazione? Attenzione a non esagerare. Se una di queste scatole resterà in attesa di venire consumata per più di 8 mesi (o solo per più di 4, se è stata aperta), il giorno che vi deciderete a tuffare il contenuto nel latte avrete una brutta sorpresa.

6) Il Ketchup
La salsa tanto amata dagli anglosassoni e dai bambini del mondo intero ha una durata record: sta un anno in frigo senza rovinarsi. Se poi la bottiglia è chiusa la sua vita addirittura raddoppia. Prima o poi, tuttavia, arriva l'ora di buttarla. Per riconoscere questo momento, controllate se la parte solida e quella liquida si sono separate.

7) L'olio
Ecco un altro classico fraintendimento: non tutti gli oli hanno la stessa durata e soprattutto nessuno vive per sempre. Noi italiani, abituati a quello di oliva, siamo portati a pensare che sia un ingrediente longevo. E in effetti non sbagliamo perché un buon olio d'oliva resiste anche tre anni. Se però parliamo di olio di semi, il discorso cambia radicalmente. Quest'ultimo infatti dura appena 3 mesi. Poco di più (dai 6 agli 8 mesi) altri oli più rari, come quello di sesamo o di tartufo.

Daniela Falsitta,
25 febbraio 2015

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it