“Scrivere di gusto”: un corso per diventare critico gastronomico

"Scrivere di gusto": un corso per diventare critico gastronomico

A Milano, nasce un corso per imparare il delicato mestiere del critico gastronomico: etica, cultura della buona tavola e saper scrivere. Tra i docenti il critico mascherato Valerio M. Visintin.

Pinterest
stampa
Scrivere di gusto
Sale&Pepe

Assaggiare e giudicare, ecco il difficile compito del critico enogastronomico. Ma, per riuscire ad esprimere un parere autorevole e professionale è necessario avere alcune doti e affinarne altre. Saper scrivere e comunicare, allenare il palato, sperimentare nuovi sapori e accostamenti, alimentare la propria cultura gastronomica. In poche parole, bisogna conoscere a fondo il mondo della ristorazione. Questi sono alcuni aspetti che identificano un professionista che, nel comunicare in piena libertà e con consapevolezza la propria opinione sull’esperienza vissuta a tavola, ha in qualche modo tra le mani il delicato “potere” di influenzare e orientare le sorti di un ristorante.

171244La critica gastronomica ha una sua etica, ma secondo il critico mascherato Valerio M. Visintin, questo è un aspetto sempre più trascurato. Con tali presupposti nasce il corso Scrivere di Gusto, che mette al centro il cibo come cultura, dalla cucina alla scrittura. Il percorso di formazione che prenderà il via a Milano ad aprile 2019, è organizzato da Sasso/Carta e DOOF e diretto dal critico del Corriere della Sera che visita i ristoranti in incognito.

Le lezioni, rivolte a scrittori, giornalisti (professionisti e no) o semplici appassionati del settore, avranno un approccio interdisciplinare e sono concepite come delle riunioni di redazione. Dunque, tutti gli studenti saranno da subito coinvolti nella stesura di piani editoriali, ricevendo specifiche mansioni dal capo redattore, per acquisire immediatamente un metodo per scrivere una recensione gastronomica. Dopo le lezioni in aula e la parte laboratoriale, di esercitazione, di scrittura, ma anche di relazione e dibattito, nascerà EATMI, una guida indipendente alla ristorazione del capoluogo lombardo. La prima guida realizzata da una redazione didattica, sotto la direzione di un critico come Visintin e che sarà pubblicata da Baldini+Castoldi.

Saper redigere un testo, adoperare le corrette tecniche di scrittura e costruire un articolo a partire da una degustazione, sono solo alcuni dei temi che saranno affrontati. I docenti provengono dai settori della ristorazione (Antonello Maietta, Presidente dell’AIS), dell’alimentazione (Anna Anghileri, nutrizionista), del giornalismo (Alessandro Galimberti, Presidente Ordine dei giornalisti della Lombardia) e dei media (Massimo Bernardi, direttore di Dissapore).

171238I futuri professionisti della critica gastronomica, dopo 8 lezioni e 5 laboratori, da aprile a luglio, conosceranno direttamente il cibo e le sue specificità, svilupperanno curiosità e spirito critico per poter comunicare le potenzialità di un prodotto e le eccellenze territoriali. Del resto le prove sul campo, tra degustazioni, tour enogastronomici e cene nei ristoranti, completeranno e arricchiranno la formazione passando dalla teoria alla pratica con le tecniche di assaggio, la fisiologia del sapore, ma anche l’importanza della sala con sommellerie e accoglienza, organizzazione e servizio.

 “La critica gastronomica? In Italia non esiste, salvo eroiche eccezioni - dichiara Valerio M. Visintin - Nei casi più nobili, il giornalismo di settore vi ha rinunciato per carenza di risorse economiche e per eccesso di realismo. Ma sono moltissimi a interpretare il ruolo, tradendone la missione con spudorate e sistematiche violazioni deontologiche. Noi vogliamo insegnare il mestiere del critico gastronomico, recuperandone la dignità culturale e la sintassi etica. E intendiamo farlo, tracciando una prospettiva editoriale alternativa."

I dettagli sul corso, i costi e il programma completo li trovate sul sito di Sasso/Carta.

Mariacristina Coppeto
Febbraio 2019

Foto di copertina: Pixabay

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it