La pissaladière

  • 50 minuti PT50M
  • FACILE
  • kcal 557
  • -/5
pissalafiere
Sale&Pepe

Ingredienti per 6 persone

CREA LISTA DELLA SPESA

Preparazione della pissaladière

Originaria della città di Nizza, la pissaladière è caratterizzata da sapori che richiamano da vicino anche la cucina nostrana e mediterranea: scopri qui tutti i passaggi per preparare questa torta salata.

1) Metti a sciogliere il lievito con lo zucchero in un po’ d’acqua tiepida. Aggiungi 4 cucchiai di farina 0, impasta fino a ottenere un panetto compatto e lascia lievitare per mezz’ora, coprendo con un canovaccio, finché la pasta raddoppierà di volume. Quando il panetto sarà lievitato, sbriciolalo e uniscilo alla farina rimasta. Aggiungi 2 cucchiai d’olio, 1 di sale e versa gradatamente 2 dl d’acqua tiepida. Lavora l’impasto fino a renderlo sodo, quindi incidilo a croce e lascia lievitare per 2-3 ore in ambiente tiepido, sempre coprendo con un canovaccio.

2) Affetta le cipolle e falle appassire in padella a fiamma bassa per circa 30 minuti con l’aglio tritato, 2-3 cucchiai di olio caldo e le erbette in mazzetto. Durante la cottura aggiusta di sale e pepe e mescola spesso. Quando le cipolle sono appassite, spegni il fuoco e togli le erbe. Lascia le acciughe qualche minuto a mollo in acqua e aceto, per dissalarle.

3) Una volta che l’impasto è lievitato, stendilo con il mattarello in una sfoglia rettangolare spessa circa 1 cm. Trasferisci la pasta su una teglia oliata o ricoperta di carta forno e distribuiscici sopra le cipolle, lasciando liberi i bordi. Disponi sulla superficie le acciughe a formare una griglia di rombi e all’interno di ciascuno di essi aggiungi un’oliva. Spolverizza la pissaladière con un trito di capperi dissalati e cuoci per 30 minuti in forno preriscaldato a 220°.

Pissaladière: suggerimenti e varianti

Per una versione italianizzata della ricetta della pissaladière puoi aggiungere pomodorini e qualche foglia di basilico per guarnire: con questi ingredienti, infatti, in Liguria è nata una rivisitazione della pissaladière conosciuta con il nome di “piscialandrea”. Entrambe le versioni si sposano bene con un bicchiere di vino bianco.





Abbina il tuo piatto a



  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it