Giovani chef crescono

Giovani chef crescono

Pinterest
stampa
Castelvetrano dall'alto credit Flavio Leone
Sale&Pepe

171673In vent’anni la scuola Virgilio Titone di Castelvetrano (Tp) ha formato generazioni di giovani chef che spesso hanno portato le tradizioni e lespecialità siciliane al di là dello Stretto di Messina. E allora perché non celebrare questo importante anniversario con una mega festa? Grazie al
sostegno di partner che collaborano stabilmente con l’Istituto (uno, fra tutti, l’Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa La Rotta dei Fenici) è stato preparato un big birthday party, un contenitore di eventi per la promozione e la valorizzazione delle risorse prima di tutto enogastronomiche ma anche culturali e ambientali della Valle del Belice.

Ecco, quindi, Venti E-venti: perché venti sono gli anni da ricordare, venti le scuole alberghiere siciliane, italiane e straniere (da Germania, Francia e Spagna) invitate a celebrare insieme questo anniversario, venti i momenti di festa (tra incontri, degustazioni, workshop) che, dal 2 al 5 aprile, animeranno gli spazi della Titone, ospitata in un monumento di archeologia industriale come l’ex Oleificio SAICA.

171676Il programma è fitto: fulcro della kermesse sarà la sfida tra futuri chef e barman pronti a misurarsi sul tema Alla scoperta del Mediterraneo: viaggio tra sapori, saperi e sensazioni. Ma negli spazi della scuola sarà anche allestito un Villaggio del Gusto, con assaggi e degustazioni del cibo
da strada tipicamente locale (dalle arancine al pane e panelle).

Non mancheranno laboratori sull’olio extravergine (prodotto in zona con le strepitose olive della cultivar Nocellara del Belice), sul vino (la zona è particolarmente vocata alla produzione di Grillo, Catarratto, Inzolia, Nero d’Avola, vale a dire il Gotha dei vitigni autoctoni siciliani), sui Grani Antichi, (qui nasce la Tumminìa con cui si fa il Pane nero di Castelvetrano, uno dei Presidi Slow Food); sui formaggi dei mastri casari locali (solo per fare un nome la Vastedda del Belice, altro Presidio Slow Food).

E poi show coking con la preparazione in diretta di una cassata siciliana da Guinness. E, ancora, workshop realizzati in collaborazione con start up e imprese di eccellenza del settore che tratteranno svariati temi come “Itinerari culturali e turismo creativo: lavori in corso” , “Turismo enogastronomico: un tour nel territorio tra Couscous, busiate e sapore di mare”. E dulcis in fundo visite guidate alla scoperta delle bellezze artistiche e culturali del territorio, tra le rovine di Selinunte e gli splendori barocchi di Castelvetrano. (info: info@fenici.net )

Enrico Saravalle
marzo 2019
photo credits: Flavio Leone

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it