Fave: perché fanno bene e a chi fanno male

Fave: perché fanno bene e a chi fanno male

Poco caloriche, con un alto contenuto di proteine e ricche di vitamine e minerali. Le fave rappresentano un valido sostituto della carne e possiedono molte proprietà utili alla nostra salute. Ecco perché sceglierle.

Pinterest
stampa
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Sale&Pepe

Un legume già conosciuto nell’antico Egitto, molto diffuso nel Sud Italia, che proprio nella stagione primaverile può essere consumato fresco, (sotto forma di insalata ad esempio) la sua versione migliore per preservarne l’apporto di vitamine e sostanze nutritive.
E’ la fava, pianta della famiglia delle Fabacee, i cui semi, contenuti nel loro baccello allungato, vengono da sempre utilizzati a scopo alimentare.
Approfondiamo insieme a Raffaella Melani, biologa nutrizionista, le interessanti proprietà e le controindicazioni per la nostra salute.

Aiutano la costruzione dei muscoli

158851Come racconta la dottoressa Melani “A differenza dei cereali, le fave contengono una buona dose di proteine e un alto livello di lisina e arginina, due amminoacidi molto importanti per la crescita dei muscoli e che ci aiutano a mantenere forma fisica e tonicità, diminuendo allo stesso tempo i livelli del colesterolo cattivo”.      
Queste due sostanze sembrano inoltre indurre il senso di sazietà; ecco perché possono essere indicate nei regimi dietetici dimagranti e in casi di ridotto apporto calorico.

Favoriscono il buon funzionamento dell’intestino

140911Le fave sono benefiche anche per l’intestino.
Specifica Raffaella Melani “Possiedono infatti una buona quantità di fibre, ovvero quelle componenti presenti soprattutto nei vegetali e nei legumi che combattono la stitichezza, aiutando la regolarità intestinale. Quando l’intestino è in forma, il nostro corpo riesce ad assimilare correttamente tutte le sostanze nutritive- come ad esempio il calcio- che è necessario per la salute delle nostre ossa e dei denti”.

Sostengono il sistema immunitario

157209Le fave contengono anche vitamine, minerali e altre sostanze essenziali per la nostra salute.
In primis vitamina c, fondamentale per fronteggiare virus e batteri, ma anche la B6, che sostiene il sistema nervoso, favorendo il buonumore. Rappresentano anche una fonte di folati, (come ad esempio il cavolfiore) fondamentali per la sana crescita dei tessuti materni in gravidanza.
Possiedono anche buone quantità di minerali e flavonoidi.

Funzionale al benessere del sistema nervoso

108695Infine fanno bene al sistema nervoso.
Come chiarisce la dottoressa Melani “Nel prodotto fresco si trova un buon quantitativo di un amminoacido (L-dopa) precursore della dopamina, sostanza prodotta dal cervello resposabile del controllo dei muscoli e di molte altre che influenzano l'umore, il sonno e il sistema nervoso. Si è addirittura osservato che il consumo di fave può aumentare i livelli di questa molecola nel sangue, migliorando le prestazioni motorie dei pazienti affetti dalla malattia di Parkinson, in cui questa sostanza è carente, senza alcun effetto collaterale”.

Unica controindicazione: presenza di favismo

La bella notizia è che sono indicate quasi per tutti.
Spiega la dottoressa “L’unica controindicazione è la presenza di favismo, un difetto congenito dei globuli rossi che ne provoca l’improvvisa distruzione, con l’importante conseguenza dell’anemia.
Alcune sostanze presenti nelle fave infatti favoriscono, in alcuni soggetti geneticamente predisposti, un accumulo di radicali liberi all'interno dei globuli rossi e ne causano la distruzione.”

Elisa Nata
aprile 2018

Photo credit immagine in evidenza: https://www.flickr.com/photos/jpck/3470999153/
Altre toto: bass_nroll ginnasta via photopin (license) - Image by © Michael A. Keller/Corbis

SCOPRI I CORSI DI CUCINA DI SALE&PEPE

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it