Seguici su Facebook Seguici su Instagram
Scuola di CucinaCome si prepara la pasta fresca di semola

Come si prepara la pasta fresca di semola

BioIntegraleLightSenza GlutineSenza LattosioSenza UovaVeganoVegetariano

Un tempo la pasta era preparata con la semola, impastata solo con acqua per dare vita a formati più ruvidi e spessi. Ancora oggi, la ricetta della pasta di semola fatta in casa rimane la ricetta base per preparare tutte le altre sfoglie, in primis quella all’uovo. L'impasto di semola è ideale per formati lunghi o corti, ma sorprendente soprattutto per i formati tipici della cucina meridionale, cavatelli, strascinati, scialatielli, orecchiette, spaghetti alla chitarra.

È una pasta semplice, parca e rustica perché la semola è ricavata dalla macinazione del grano duro; di colore giallo chiaro, e di consistenza più granulosa rispetto alla farina ottenuta dal grano tenero, ha una resa più forte che tiene perfettamente la cottura

L’impasto va lavorato finché risulta compatto e liscio, aggiungendo, se necessario, un filo d’olio. Va quindi pressato e lavorato dal centro verso l’esterno per dare elasticità. Si forma quindi una palla, si mette sotto una ciotola o si avvolge in pellicola e si lascia riposare per 10-15 minuti in frigorifero. A questo punto si stende e si taglia nel formato desiderato. L'impasto può essere fatto a mano o con una planetaria, ma gli step di realizzazione rimangono invariati.

Per un buon risultato, l’acqua deve essere a temperatura ambiente e il piano di lavoro poco infarinato; se aggiungete un filo d’olio cuocete la pasta appena possibile perché l’olio tende a irrancidire facilmente. Ricordate inoltre che la pasta di semola assorbe facilmente i liquidi: in un primo momento l'impasto potrebbe sembrare piuttosto secco se avete aggiunto poca acqua o se lo preparate in una giornata molto calda o ventosa, se invece avete aggiunto troppa acqua, avrete un composto molle e appiccicoso: in entrambi i casi non modificate le dosi degli ingredienti, ma continuate a lavorarli fino a ottenere la giusta consistenza. Il riposo a temperatura ambiente è d’obbligo, perché permette alla pasta di diventare morbida, elastica e setosa.

La pasta di semola si conserva in frigorifero su un vassoio, non coperta, fino a 4 giorni oppure in freezer, sia in panetto sia già porzionata nel formato desiderato.

Condividi
pasta fresca di semola

Mescolate la semola di grano duro e la semola rimacinata.

Disponete le farine a fontana, sul piano di lavoro, versate al centro, poco alla volta, l'acqua tiepida (30-35°).

Iniziate a impastare, staccando e raccogliendo le briciole con una spatola o con l'apposito tarocco. 

Lavorate il mix con il palmo delle mani finché non è più appiccicoso.

 

Strofinate le dita per staccarne i residui, lavate le mani, asciugatele.

Proseguite a impastare per 20 minuti fino a quando la pasta è morbida e liscia.

Formate una palla, coprite con una ciotola capovolta e fate riposare per 15 minuti. 

L'impasto è pronto per ricavare il formato di pasta che preferite.

Load More

Abbina il tuo piatto a

Aggiornamento disponibile!
Fai tap sul pulsante AGGIORNA per aggiornare la Web App.

AGGIORNA ANNULLA

Installa la Web App Le ricette di Sale&Pepe sul tuo iPhone.

Fai tap su Installa Web App e poi Installa Web App "Aggiungi a Home".

Sei offline, alcune risorse potrebbero non essere disponibili. Verifica la connessione.