I nidi di tagliolini con scamorza e pomodorini

  • 45 minuti PT45M
  • FACILE
  • kcal 335
  • -/5
nidi-di-tagliolini-con-scamorza-e-pomodorini
Sale&Pepe

Grazie all’esplosione di sapori garantita dal connubio tra i peperoni e la scamorza affumicata, i nidi di tagliolini con scamorza e pomodorini sono uno spettacolo non solo per gl ...

Leggi di più

Ingredienti per 4 persone

CREA LISTA DELLA SPESA

Preparazione dei nidi di tagliolini con scamorza e pomodorini

1) Per preparare la ricetta dei tagliolini con scamorza e pomodorini, fai abbrustolire i peperoni in forno, poi puliscili, spellali e tritali grossolanamente. Dopo averli messi in una ciotola, condiscili con l’aglio, un po’ di basilico tritato, un pizzico di sale e di pepe e 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva, poi mescola bene e lascia insaporire per mezz’ora. Ricorda di togliere l’aglio prima di utilizzare il trito di peperoni come condimento.

2) Nel mentre lava la melanzana, spuntala e tagliala in 4 fette che dovrai poi grigliare da entrambi i lati, poi mettile su una placca rivestita con carta da forno e condiscile con olio, sale e pepe.

3) Dopo aver cotto e scolato i tagliolini, condisci subito la pasta con il trito di peperoni e le scaglie di metà scamorza affumicata, poi mescola bene e distribuisci la pasta sulle fette di melanzana formando un piccolo nido. Ora cospargi ciascun nido con l’altra metà delle scaglie di scamorza e metti un pomodorino ciliegia al centro di ognuno. Infine metti in forno a 250° per circa 3 minuti, poi metti ogni porzione su un piatto e bagnala con un leggero filo d’olio.

Nidi di tagliolini con scamorza e pomodorini: l’ingrediente in più

La scamorza affumicata, un prodotto agroalimentare della tradizione abruzzese, campana, molisana e pugliese, è l’ingrediente che più di tutti dà sapore ai nostri nidi di tagliolini. Pur essendo originaria del Meridione, la scamorza è diffusissima in tutta Italia, anche nella versione affumicata, ed è molto apprezzata sia a crudo che come ingrediente di gustose ricette. Le più antiche documentazioni circa la scamorza risalgono al 1600, mentre l’origine del nome è riconducibile al verbo “scamozzare” che significa togliere una parte, che è poi ciò che accade quando il casaro spezza con le mani la pasta per dare alla scamorza la sua caratteristica forma sferoidale.

Condividi la ricetta



Abbina il tuo piatto a


  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it