Bio-mediterraneo: mix di culture e tradizioni gastronomiche

Bio-mediterraneo: mix di culture e tradizioni gastronomiche

Sul Mare Nostrum si affaccia un insieme variegato e multiculturale di tradizioni gastronomiche e religiose: Expo2015 le presenta in un contenitore tematico, il cluster Bio-Mediterraneo

Pinterest
stampa
Tunisia, un mercato turistico a Medenina, città nota per i suoi antichi granai Tunisia, un mercato turistico a Medenina, città nota per i suoi antichi granai
Libia, l'oasi di Umm Al-Maa Lake è nascosta tra le dune del deserto Libia, l'oasi di Umm Al-Maa Lake è nascosta tra le dune del deserto
Algeria, La maggior parte della popolazione algerina è composta da una base etnica berbera. In questa foto, un uomo sta cucinando in un campo Algeria, La maggior parte della popolazione algerina è composta da una base etnica berbera. In questa foto, un uomo sta cucinando in un campo
Egitto, le spettacolari piramidi di Giza Egitto, le spettacolari piramidi di Giza
Libano, la Moschea Mohammed Al-Amin in Piazza dei Martiti a Beirut Libano, la Moschea Mohammed Al-Amin in Piazza dei Martiti a Beirut
Gracia, il villaggio di Oia nell'isola di Santorini Gracia, il villaggio di Oia nell'isola di Santorini
San Marino, la Torre Cesta, una delle tre torri storiche sul Monte Titano San Marino, la Torre Cesta, una delle tre torri storiche sul Monte Titano
Montenegro, isola di San Giorgio nella baia di Kotor Montenegro, isola di San Giorgio nella baia di Kotor
Malta, Forte Sant'Angelo visto dal Porto Grande Malta, Forte Sant'Angelo visto dal Porto Grande
Albania, una panoramica su Saranda, città costiera situata nella parte meridionale del paese e affacciata sul Mar Ionio Albania, una panoramica su Saranda, città costiera situata nella parte meridionale del paese e affacciata sul Mar Ionio
Serbia, l'ingresso al parco Kalemegdan a Belgrado Serbia, l'ingresso al parco Kalemegdan a Belgrado

Il Mar Mediterraneo è un suggestivo e antichissimo crocevia di culture, religioni, credenze, abitudini ed etnie. Dalla calma apparente del deserto del Sahara alla vivacità delle case arrampicate sulle rocciose isole greche, dal fasto delle chiese cristiane alla sobrietà delle tradizioni beduine, il paesaggio umano si integra in quello naturale in tanti modi differenti, e suggerisce un’infinità di sapori: spezie, frutti, ortaggi e prodotti derivati.

Candidata alla lista UNESCO dei patrimoni culturali immateriali dell’umanità, la dieta mediterranea ha contribuito a rappresentare le diverse tradizioni gastronomiche dei paesi che si affacciano sul Mare Nostrum come a un insieme unico di ingredienti, piatti e cucine.

Se è vero che alcuni prodotti che caratterizzano il Mediterraneo, come l’olio extravergine d’oliva, affondano da sempre le proprie radici lungo le sponde di quello che Fernand Braudel definì come “Continente liquido”, altri, come il pomodoro, le patate o il peperoncino sono originari dell’America latina.

Parte di ciò che oggi certifichiamo come “Prodotto tipico italiano”, un tempo lo consideravamo un ingrediente esotico del Nuevo Mundo o del vicino Oriente, nutrendo talvolta anche qualche sospetto sulla sua appetibilità e idoneità alimentare, come avviene ad esempio per la melanzana (mela insana).

In realtà le cucine mediterranee sono diverse tra loro, anche per effetto delle precettistiche religiose islamiche, ebraiche e cristiano ortodosse, che le normano.

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it