Aggiornamento disponibile!
Fai tap sul pulsante AGGIORNA per aggiornare la Web App.

AGGIORNA ANNULLA

Installa la Web App Le ricette di Sale&Pepe sul tuo iPhone.

Fai tap su Installa Web App e poi Installa Web App "Aggiungi a Home".

Sei offline, alcune risorse potrebbero non essere disponibili. Verifica la connessione.

I garganelli alla carbonara di capperi con ricotta dura

  • 25 minuti PT25M
  • FACILE
  • kcal 410
  • -/5
garganelli-alla-carbonara-di-capperi-con-ricotta-dura
Sale&Pepe

Il sapore caratteristico dei capperi e della ricotta salata unito al gusto e all’aroma del prezzemolo e della scorza d’arancia viene sapientemente miscelato all’uovo per dare ...

Leggi di più

Ingredienti per 4 persone

CREA LISTA DELLA SPESA

Preparazione dei garganelli alla carbonara di capperi con ricotta dura

1) Per preparare la ricetta dei garganelli alla carbonara di capperi ti servirà veramente poco tempo. Per prima cosa lava i capperi sotto l’acqua corrente in modo da eliminare il sale, poi immergili in una ciotola di acqua fredda per circa 10 minuti. Intanto lava, asciuga e trita il prezzemolo, poi grattugia la scorza dell’arancia e tritura la ricotta salata. Trascorsi i 10 minuti, risciacqua i capperi sotto l’acqua corrente.

2) Ora metti le uova in una terrina, condiscile con un po’ di sale e pepe e sbattile con una forchetta, poi unisci al composto i capperi, metà prezzemolo e metà della scorza d’arancia grattugiata e mescola bene.

3) Metti a cuocere i garganelli in abbondante acqua salata, scolali al dente e versali nella terrina con le uova, poi mescola bene e unisci l’altra metà del prezzemolo e della scorza d’arancia insieme a una macinata abbastanza generosa di pepe. Infine spolverizza con la ricotta triturata e servi subito.

Garganelli alla carbonara di capperi con ricotta dura: curiosità sui garganelli

Per preparare i garganelli alla carbonara di capperi con ricotta dura abbiamo utilizzato una pasta all’uovo rigata tipica dell’Emilia Romagna, i garganelli appunto, che assomigliano nell’aspetto alle pennette ma si discostano da esse per la diversa consistenza. Il nome deriva dall’espressione dialettale "garganel" che fa riferimento alla loro forma attorcigliata. Inoltre ogni anno dal 1989 a partire dal venerdì che precede la prima domenica di settembre fino al martedì seguente, a Codigrano, piccola frazione del comune di Borgo Tossignano in provincia di Bologna, si tiene la Sagra del Garganello, amatissima dagli emiliani ma anche da tanti forestieri.

Pubblicato il 26/09/2014

Condividi la ricetta



Abbina il tuo piatto a


Torna indietroTorna indietro Torna alla Home pageTorna alla Home page

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it