Gli amaretti dorati al rum

  • 20 minuti PT20M
  • MEDIA
  • kcal 245
  • -/5
amaretti-dorati-al-rum
Sale&Pepe

Un modo insolito di gustare gli amaretti, fritti in una ricca pastella

Ingredienti per 6 persone

CREA LISTA DELLA SPESA

La preparazione degli amaretti dorati al rum

Con la ricetta degli amaretti dorati al rum puoi gustare in maniera diversa dal solito questo antico dolce. Le origini degli amaretti si perdono infatti nelle notti del Medioevo, quando dai paesi Arabi si diffusero anche in Europa. Il loro gusto particolare li rende spesso protagonisti di altre preparazioni, e sono magari utilizzati per decorare torte e crostate.

In questo caso però, è necessario realizzare una gustosa pastella con la quale poi verranno fritti:

1) In una terrina rompi le uova dividendo la chiara dal tuorlo. Ai tuorli aggiungi la farina, l’olio, un pizzico di sale e 1,5 decilitri di acqua molto fredda.

2) Amalgama bene gli ingredienti poi lascia riposare la pastella in frigorifero per 2 ore circa.

La cottura degli amaretti dorati al rum

1) Trascorso questo tempo, monta a neve gli albumi con l’aggiunta di un pizzico di sale, per renderli più fermi e uniscili alla pastella. In un piattino versa del rum e bagna gli amaretti, facendo attenzione a non ammorbidirli troppo, poi elimina il liquido in eccesso e immergili nella pastella, uno alla volta.

2) Prendi una padella e versa abbondante olio di arachidi, poi scaldalo bene: friggi gli amaretti fino a quando non si presentano di un bel colorito.

3) Una volta dorati, sistemali su carta da cucina e lasciali asciugare, poi spolverizzali con poco zucchero e servi gli amaretti dorati al rum caldi o tiepidi secondo il tuo gusto.

Condividi la ricetta



Abbina il tuo piatto a

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it