Seguici su Facebook Seguici su Instagram
RicetteAntipastiStuzzichini e snacksPâté di semi di girasole, peperone e barbabietola con chips di riciclo

Pâté di semi di girasole, peperone e barbabietola con chips di riciclo

BioIntegraleLightSenza GlutineSenza LattosioSenza UovaVeganoVegetariano

Una ricetta vegana anche di recupero che schiaccia l'occhio alla sostenibilità. Le bucce delle verdure diventano chips croccanti, fritte o passate in forno, in piacevole contrasto con il paté

Condividi

L'idea di recupero e cucina sostenibile va a nozze con le bucce delle verdure che si prestano a diverse ricette di riciclo, come anche quelle della frutta. Oltre alle chips, si possono preparare salse di accompagnamento, creme e vellutate

Quali verdure
Oltre alle bucce delle verdure usate in questa ricetta, potete riutilizzare le bucce dei piselli, quelle delle carote, delle melanzane, dei pomodori. Tra la frutta, fate confetture, mostarda o canditi con la scorza di agrumi, anguria, mele.

Mettete a bagno i semi di girasole nell'acqua, lasciateli gonfiare per almeno 6 ore e scolateli. Preparate il pâté di peperone, frullate metà dei semi con il peperone a pezzetti, l'aglio, 2 cucchiai di succo del limone, 2 cucchiai di olio e un pizzico di sale. Azionate l'apparecchio fino a ottenere un pâté liscio e cremoso.

Frullate i semi rimasti con la barbabietola, il cipollotto pulito e tritato, l'aceto, un pizzico di sale e 2 cucchiai di olio. Quando è liscio e cremoso aggiungete il lievito in fiocchi e mescolate.

Friggete le bucce, possibilmente bio, in abbondante olio di semi ben caldo finché sono croccanti e salatele. Oppure mettetele su una placca, condite con un filo d'olio e un pizzico di sale ed essiccate in forno a 120° per 3 ore. Servite i pâté con le chips.

Load More

Abbina il tuo piatto a

Aggiornamento disponibile!
Fai tap sul pulsante AGGIORNA per aggiornare la Web App.

AGGIORNA ANNULLA

Installa la Web App Le ricette di Sale&Pepe sul tuo iPhone.

Fai tap su Installa Web App e poi Installa Web App "Aggiungi a Home".

Sei offline, alcune risorse potrebbero non essere disponibili. Verifica la connessione.