L'ananas tiramisù

  • 40 minuti PT40M
  • FACILE
  • kcal 295
  • -/5
ananas-tiramisu
Sale&Pepe

Ingredienti per 6 persone

CREA LISTA DELLA SPESA

Preparazione dell'ananas tiramisù

1) Prepara la crema per l'ananas tiramisù: rompi le uova e separa in due ciotole diverse i tuorli dagli albumi. Riponi la ciotola con gli albumi in frigorifero affinché rimangano freddi.

2) Sbatti i tuorli con lo zucchero, la scorza di limone e un cucchiaino di cannella utilizzando la frusta e continua fino a quando diventeranno belli spumosi. A questo punto incorporare il mascarpone, mescolando con una spatola o un cucchiaio fino ad ottenere una crema omogenea. Riponila in frigorifero fino al momento di utilizzarla.

3) Prendi la ciotola con gli albumi e monta con le fruste a neve con un pizzico di sale. Quando gli albumi saranno belli lucidi e sodi, incorpora a poco a poco il composto alla crema di mascarpone riposta in frigorifero, mescolando con movimenti dal basso verso l'alto fino a quando la crema risulta ben amalgamata. Trasferisci tutto in una piccola pirofila, cospargi con abbondante cacao setacciato e riponi in frigorifero per almeno un'ora.

4) Priva l'ananas del ciuffo, sbuccialo e taglialo a dischi di 5 mm. Nel frattempo metti a scaldare la grigia sul fuoco e, quando sarà rovente, disponici sopra le fette di ananas e cuocile 5 minuti per lato. Falle raffreddare su un tagliere e, quando saranno fredde, tagliale a cubetti di 0,5 cm.

5) Servi l'ananas tiramisù riempiendo dei bicchieri bassi e larghi, o delle semplici coppette, alternando uno strato di ananas a pezzetti a qualche cucchiaiata di crema tiramisù. Se vuoi avvantaggiarti o avere un dessert ancora più fresco, puoi riempire i bicchieri in anticipo e lasciarli in frigorifero fino al momento di servirli.

Cos'è il tiramisù

L'origine del tiramisù sembra risalire alla fine del XVII secolo, in occasione di una visita del Granduca di Toscana, Cosimo III, nella città di Siena. Per rendergli onore infatti i pasticceri della città crearono un nuovo dolce e lo chiamarono "zuppa del duca". Era un dolce dal sapore importante ma realizzato con ingredienti semplici ed allo stesso tempo gustosi, connubio che si riteneva potesse soddisfare la gola del Granduca, che pare apprezzasse molto i dolci. Nel tempo, a questo dolce vennero associate funzioni afrodisiache e molti usavano consumarne grandi porzioni prima degli incontri amorosi. Per questo motivo, in un'allusione neanche troppo nascosta, si iniziò a chiamarlo tiramisù.


Menù di appartenenza


Condividi la ricetta



Abbina il tuo piatto a


  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it