Le mille e una ricetta: viaggio tra le spezie dell’Expo

Le mille e una ricetta: viaggio tra le spezie dell’Expo

I sapori e i profumi di Expo 2015 arrivano da tutto il mondo sotto forma di spezie preziose, passano per la Rete e si insinuano in nuovi locali milanesi.

Pinterest
stampa
spezie apre
Sale&Pepe

Sono più di 160.000 le ricette ricercabili sul sito ExpoWorldRecipes, (clicca qui) progetto nato ormai più di un anno fa – quasi come in contemporanea con i lavori dell’area di Expo – e in continuo divenire, presentato da Paola Sucato (aka ci_polla), curatrice del progetto nonchè nota foodblogger e food influencer italiana. Un ricettario mondiale nel quale ritrovare idee, video e foto di piatti provenienti da circa 80 Paesi.

91751A condividerli e caricarli sul sito sono stati foodblogger di tutto il mondo; associazioni con progetti dedicati a Expo, come il Muba (Museo dei bambini di Milano) con il suo Childrenshare, progetto di inclusione di Expo Milano 2015 dedicato ai bambini; chef ambassador; i padiglioni stessi, che potranno aggiungere materiale nel corso dei mesi a venire; ed editori, anche Sale&Pepe ha contribuito ad arricchire il database di questa piattaforma aperta e partecipativa, che ci auguriamo possa continuare ad essere alimentata anche dopo la chiusura dell’Expo.

Di certo la grande esposizione milanese ci permetterà di conoscere nuovi profumi, mix di spezie e bacche preziose. «Vaniglia, zafferano e cardamomo sono quelle più care» – spiega Vittorio Castellani, ovvero Chef Kumalé, vero mago delle spezie, esperto e curioso viaggiatore. Da quando sua moglie, calabrese, portò il peperoncino nella sua famiglia di origini emiliane, è stato amore in tutti i sensi. E Castellani, che ha viaggiato il mondo, in particolare l’India, alla scoperta di spezie poco conosciute, racconta come il curry, mix di spezie tra le quali ritroviamo le foglie di curry (sapevate che si tratta di una foglia?), sia diverso in ogni famiglia: un po’ come accade con il nostro ragù, o con le mille varianti regionali tra una ricetta e l’altra.

Tante le curiosità emerse sulle spezie nel corso dell’incontro Sapori e profumi dal mondo organizzato dalla Scuola di Cucina di Sale&Pepe (per il calendario completo clicca qui) da Un Posto a Milano, il ristorante all'interno di Cascina Cuccagna (clicca qui), anche se le domande si sono concentrate su quella spezia (o forse è un erba aromatica? “Bella domanda, è davvero un quesito che rimane aperto anche per me”, afferma Castellani) molto “milanese” come lo zafferano. “Meglio usare i pistilli, e mai la polvere, tostarlo leggermente e scioglierlo in acqua non bollente”, ricorda chef Kumalè, per ottenere la giusta armonia tra colore e sapore.

91755Non sappiamo se ci sarà anche il risotto giallo nella carta della prossima trattoria di Milano “Trippa” (clicca qui) dello chef Diego Rossi e il suo socio Pietro “Singerfood” Caroli, nuova apertura prevista per i primi di maggio, come l’Expo, ma di certo ci saranno le spezie. Lo showcooking di Diego Rossi è stato speziato dall’accento veneto dello chef e dal profumo della fava di Tonka, suo ingrediente feticcio. Le ricette che ha presentato, mentre gli ospiti si passavano tra le mani e sotto il naso la bacca di Tonka sconosciuta ai più, sono state: un risotto all'aceto invecchiato, pepe nero tostato e lardo e una creme brule profumata proprio con la fava di Tonka: spezia di origine venezuelana, difficilmente reperibile in Italia, che ricorda il profumo delle mandorle con sentori piacevoli di tabacco e caramello.

Speriamo di trovarla all’Expo e di farne scorta per nuove ricette da condividere, in Rete e non.

Ilaria Mazzarotta
2 aprile 2015

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it