Caffè: un solo ingrediente, mille usi

Caffè: un solo ingrediente, mille usi

Paese che vai, caffè che trovi. A variare non sono solo le varietà della pianta del caffè, ma anche gli utilizzi. In molte culture sono tuttora cerimoniali

Pinterest
stampa
© Copyright 2013 CorbisCorporation
Sale&Pepe

Molti Paesi che dedicati alla produzione del caffè non hanno sviluppato una ricettistica né forme di consumo rituale. Non è raro imbattersi in caffè di basso profilo spesso realizzati con polveri solubili, soprattutto nei paesi africani, ma anche in luoghi insospettabili come
Brasile o Vietnam.

92481Insolite ricette
La mancanza di cultura tradizionale legata al caffè in alcuni casi ha favorito forme di consumo curiose e originali. In Indonesia nell’Isola di Giava, la preziosa arabica giavanese si abbina al latte di cocco in un’inedita versione del cappuccino. Nel Red Light District di Bangkok si serve per strada nelle notti tropicali un caffè shakerato con ghiaccio e succo di frutto della passione. In Vietnam il caffè diventa una gelatina da servire con latte di cocco e ghiaccio per un inedito mangia bevi da pesseggio.

Dalle preparazioni più tribali del corno d’Africa la tecnica di estrazione del caffè ha registrato due tappe fondamentali: il caffè arabo e il caffè turco.

Caffè arabo: i chicchi di caffè tostato vengono pestati nel mortaio tradizionale (mebash) con altre spezie, più frequentemente cardamomo verde, ma anche zenzero, noce moscata o pepe, per la realizzazione di un decotto (khamr) che viene lasciato bollire per ore prima di essere servito a più riprese all’interno di piccole tazzine, in segno di ospitalità.

Il caffè turco rappresenta l’anello di congiunzione tra la tradizione araba e africana con quella occidentale per l’introduzione di alcuni strumenti come il macinino e la caffettiera turca che hanno valorizzato le proprietà organolettiche del prodotto. Sono stati i Turchi infatti a togliere ogni speziatura dal caffè permettendo di apprezzarne l’aroma e a trasformare un semplice decotto in una bevanda intensa.

Vittorio Castellani
aprile 2015

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it