Cartoccio di radici e sottobosco di Valeria Margherita Mosca per Wood*ing

Valeria Margherita Mosca è l'anima di Wood*ing, un laboratorio per la ricerca, la raccolta e il consumo di cibo selvatico. Alimenti che portano benefici pratici e sono eticamente preziosi per il futuro

Pinterest
stampa

Dopo una laurea in Conservazione dei beni culturali, Valeria Margherita Mosca ha seguito la sua passione per la natura per utilizzare i vegetali selvatici in cucina, sperimentando diverse tecniche tradizionali e innovative.

Un cibo gratuito, a portata di tutti, dice Valeria, dove l'ambiente che ci circonda diventa in nostro supermercato: importante è rispettare l'ecosistema e salvaguardarlo per il nostro futuro.

La curiosità arriva tutta dalla famiglia: la nonna le ha impartito le prime conoscenze, il padre la voglia di esplorare e la madre le ha acceso la scintilla per la ricerca, la raccolta e l'uso delle piante commestibili.

Dal bosco alla cucina è così che nel 2010 ha fondato Wood*ing, wild food lab, un laboratorio di ricerca sui temi dell’alimentazione sostenibile e dell’utilizzo delle foglie, delle radici per la nutrizione umana. Un progetto diventato realtà anche grazie a un team di esperti, dal chimico tossicologo al biotecnologo. La ricerca sul foraging (la raccolta di cibi selvatici) e il suo consumo, ha portato a benefici pratici: un cibo sano e nutriente, organoletticamente soddisfacente, ma soprattutto eticamente pulito.

Chi viene a mangiare da noi, prosegue Valeria, non entra in un ristorante tradizionale. La nostra cucina è particolare, un'esperienza da provare con il menu degustazione da prenotare direttamente dalla nostra pagina web.

Diego Stadiotti
13 aprile 2016

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it