Tutti pazzi per il pistacchio, ‘superfood’ da ufficio che fa anche dimagrire

Tutti pazzi per il pistacchio, 'superfood' da ufficio che fa anche dimagrire

I pistacchi hanno proprietà nutritive eccellenti: favoriscono la circolazione, aguzzano la vista e possono aiutare a dimagrire. Non solo: fanno benissimo anche in gravidanza.

Pinterest
stampa
pistacchi-aiutano-a-dimagrire
Sale&Pepe

Il goloso pistacchio fa davvero bene. Un toccasana che mantiene il cuore in buona salute e, come già aveva rivelato uno studio di pochi anni fa, aiuta a prevenire il diabete. Una nuova ricerca rivela ora i benefici dei pistacchi anche nel diabete gestazionale. Infine, i pistacchi aiutano a dimagrire: come tutta la frutta a guscio, allungano la vita e aiutano a mantenere il peso-forma Secondo unuove ricerche, però,  sarebbero in particolare i pistacchi ad aver la proprietà di stimolare le capacità intellettuali e aumentare i livelli di concentrazione al lavoro: per questi motivi potrebbero essere considerati un perfetto 'superfood da ufficio'.

Le ricerche in questione - uno studio della Loma Linda University e un’indagine condotta dall’istituto di ricerca Focus Vision negli USA (promossi da American Pistachio Growers)suggeriscono infatti che uno spuntino a base di pistacchi a metà mattina aiuta in ufficio a mantenere la concentrazione fino a ora di pranzo. 

157629Non solo: a chi ha paura che la frutta secca sia troppo calorica, una ricerca francese dell’Institut Paul Bocuse di Lione risponde che aggiungere i “frutti verdi” alla propria dieta difficilmente comporta un aumento di peso, mentre invece potrebbe favorire l’acquisizione di importanti nutrienti dei quali si è carenti. In particolare sono un’ottima fonte di fibre, vitamine, minerali e proteine vegetali, come già aveva dimostrato una ricerca pubblica sul British Journal of Nutrition, anch'essa promossa dall’associazione dei coltivatori di pistacchio americano.

L'affermazione che i pistacchi aiutano a dimagrire e fanno bene al cuore è altrettanto seria e reale, ma per fare in modo che non perda nulla della sua autorevolezza, occorre subito specificare che gli effetti si notano se,a prescindere, si ha un regime alimentare sano ed equilibrato. A nulla serve se una persona mangia in modo sregolato e nella dieta sono presenti quantità imprevedibili di grassi. In questo caso l’aumento di peso sarebbe inevitabile e i pistacchi non sarebbero certamente i giusti imputati.

In particolare gli esperti hanno spiegato che sono ricchi di vitamina K e di vitamine del gruppo B, utilissime per la circolazione e il buon funzionamento del metabolismo. Sono preziosa fonte di potassio, magnesio, calcio, rame e manganese, sali minerali importanti per regolare la pressione arteriosa e sostenere la salute delle ossa. La presenza di carotenoidi, luteina e zeaxantina ne fanno un toccasana anche per la vista.

Il campione osservato dagli specialisti ha dimostrato che l’assunzione di pistacchi - semi a basso indice glicemico (inferiore a 10) - aumenta il senso di sazietà, mettendo così un freno al desiderio di mangiare troppo.

157631Se la sensazione di sazietà dipende dalle caratteristiche del pistacchio e dal suo apporto nutritivo, occorre però anche tenere conto del fattore psicologico: meglio scegliere quelli da sgusciare, in quanto l’atto di eliminare il guscio rallenta l’ingestione e, nel frattempo, vedere l’accumulo dei gusci ricorda la quantità consumata, facendo da deterrente rispetto agli eccessi.

Il momento ideale per mangiare i pistacchi è un’oretta prima di pranzo o di cena: 30 grammi (circa 50 pistacchi) corrispondono infatti a 160 calorie, una quantità spezza fame che sazia lievemente aiutando anche a non abbuffarsi, più tardi, durante il pasto principale.

Tra i benefici dei pistacchi semi gli esperti indicano la loro azione anti colesterolo. Responsabile è il fitosterolo, di cui sono ricchi tutti i semi e in particolare questi: esso agisce su due fronti, riducento l’assorbimento del colesterolo durante la digestione e abbassando i livelli di colesterolo prodotti dal corpo.

Buoni sono anche i risultati sulla prevenzione del diabete: le fibre riducono l’assorbimento del glucosio, mentre a livello più generale l’assunzione prolungata dei pistacchi può diminuire la glicemia e l’insulinemia. Rispetto a questo c'è una novità: i risultati di un nuovo studio condotto su alcune donne in gravidanza con un’alterata tolleranza al glucosio durante la gravidanza (GIGT) o diabete mellito gestazionale (GDM) - comunemente conosciuto come diabete gestazionale – rivelano che mangiare pistacchi può aiutare a gestire i livelli di zucchero nel sangue

Concludendo, per tutti: se il consumo di pistacchi resta nei limiti consigliati e se la dieta è equilibrata, il consiglio è proprio quello di far entrare questi prodigiosi semi nelle abitudini alimentari quotidiane. Ci saranno benefici per la linea, la vista e la circolazione, la concentrazione. E anche le papille saranno felici.

Barbara Roncarolo
14 marzo 2016
aggiornato da Carola Traverso Saibante
marzo 2018

SCOPRI I CORSI DI CUCINA DI SALE&PEPE

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it