Brutta ma buona e soprattutto bella dentro

Brutta ma buona e soprattutto bella dentro

Perché buttare frutta e verdura con piccoli difetti estetici ma di ottima qualità? Due giovani milanesi la recuperano dai coltivatori e la vendono con l’ape car battezzata “bella dentro”

Pinterest
stampa
LUCA E CAROLINA DI BELLA DENTRO
Sale&Pepe

Fuori misura, storta, acciaccata, macchiata: la frutta e verdura che vendono Luca e Camilla con la loro ape car non è perfetta e tirata a lucido come quella del supermercato; anzi, secondo i comuni canoni estetici, si definirebbe “brutta”.

169200Ma se si prova ad assaggiarla, il sapore è buono: i kiwi farfalloni (gemelli), la verza gigante e le mele “con l’ombelico” sono di ottima qualità e sarebbe un vero peccato scartarli. Può sembrare una semplice questione di buon senso (non a caso il claim di Bella Dentro è “Il gusto del buon senso”), ma in realtà si tratta di un problema enorme: quello dello spreco alimentare, dannoso per gli agricoltori ma anche per l’ambiente e la salute (secondo la Fao, un terzo del cibo prodotto al mondo viene buttato).

Senza arrivare a rovistare nei cassonetti come l’inglese Tristram Stuart, guru della lotta al food waste e autore del best seller Sprechi (Bruno Mondadori), i due giovani in pochi mesi sono riusciti a “salvare” 18mila kg di frutta e verdura. Brutte ma davvero buone, come dimostrano le deliziose ricette con verza gigante e mele ombelicate che lo chef Adrea Rottigni ci ha preparato.


Andrea Rottigni prepara involtino di salmerino e verza su timballo di cavolo romanesco e patate di montagna
Video di Diego Stadiotti

169215Luca Bolognesi e Camilla Archi (nella foto insieme allo chef Andrea Rottigni) hanno le idee chiare. Con l’entusiasmo (e un po’ di incoscienza) dei 30 anni, hanno lasciato due posti di lavoro “sicuri” (lei nella comunicazione, lui in una multinazionale) per lanciare qualche mese fa il progetto “Bella Dentro”.

Cioè una filiera distributiva alternativa a quella tradizionale, che recupera l’ortofrutta imperfetta ma buona scartata dai coltivatori, e la vende direttamente ai consumatori o ai ristoratori aderenti al progetto. 

Ape car contro lo spreco
Gira per Milano ricoperta di erba finta e non si può non notarla. È l’ape car Bella Dentro, che vende verdura e frutta “bacate” ma con un valore aggiunto: quello di combattere gli sprechi di cibo. I prodotti sono comprati direttamente dagli agricoltori e costano circa il 20% in meno del supermercato (con le varietà costose il risparmio sale). Sul sito ogni settimana vengono pubblicati il listino e le tappe dell’aper car (dal giovedì al sabato), che rifornisce anche una rete di ristoranti e locali e di gas.

Andrea Rottigni è patron e chef di Nudo&Crudo Bistrò a Milano (piazza Po 10). Il ristorante propone cucina lombarda in chiave sana e giovane e aderisce al progetto Bella Dentro.

Testi di Marina Cella

Andrea Rottigni prepara piccoli crumble alle mele
Video di Diego Stadiotti

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it