Aziende italiane: CONAPI, quando uomini & api si alleano

Aziende italiane: CONAPI, quando uomini & api si alleano

Pinterest
stampa
miele_cover
Sale&Pepe

Aiuta a dormire e nello stesso tempo energizza; si usa per le ustioni così come per combattere i batteri nocivi: il miele è un vero e proprio alleato di benessere. E tanto più lo sono polline e pappa reale. Sono il cuore ambrato di CONAPI, il Consorzio Nazionale Apicultori, che da quarant’anni valorizza la produzione e l’alleanza di uomini&api.

Si definiscono ‘coltivatori di biodiversità’ i soci e le socie di CONAPI (oltre 250, che rappresentano più di 600 produttori su territorio nazionale), perché davvero l’apicoltura gioca un ruolo cruciale nella tutela della biodiversità e aiuta l’ambiente. Avete sentito negli scorsi anni ‘l’allarme api’? Il pericolo che queste scompaiano e le conseguenti catastrofi per la natura e la produzione alimentare? Ebbene, credeteci: questi incredibili insetti hanno davvero un compito fondamentale in natura. Alle api si deve il 70% delle colture ccommestibili del pianeta! Ci sono almeno 5 modi in cui noi possiamo aiutarle a sopravvivere. E tornando alla nostra salute, per chiudere il cerchio: lo sapete che ci proteggono persino dai pesticidi

176791CONAPI, nata nel 1979 dall’iniziativa di 9 giovani, ha sede a Monterenzio, in provincia di Bologna, ed è oggi l’impresa cooperativa fra apicoltori più grande d’Europa e tra le più importanti a livello mondiale, con la missione di portare avanti, dando forza e voce anche oltre i confini nazionali, ai valori di sostenibilità, cooperazione, legame con il territorio e biodiversità che sono alla base del loro lavoro.

Un regolamento interno del Consorzio mira a far sì che i soci, che raccolgono miele e altri frutti dai circa 100mila alveari sparsi dal Piemonte alla Sicilia, aderiscano all’impegno di produrre alimenti puliti, sani e di alta qualità - circa il 50% della produzione dei soci è biologica e il consorzio è il primo produttore di miele biologico in Italia.

176794CONAPI possiede uno stabilimento di 6.200 mq che produce 3.200 tonnellate di miele e preparazioni a base di frutta: composte con tempi di cottura ridotti e composte con miele. Il marchio storico degli apicoltori di CONAPI è Mielizia: non un solo miele, ma tanti mieli – con un sistema di tracciabilità utilizzabile semplicemente collegandosi al sito con il codice QR del prodotto. Tra le varie linee di prodotti, quella degli integratori biologici (per esempio le barrette Energia Bio e Energia Bio Sport) e quella per il canale HO.Tre.Ca, dedicata a bar e hotel, con dispenser, squeezer, espositori. C’è poi Cuor di miele, un brand di prodotti 100% biologici dedicato al canale sponsorizzato bio Ecor Naturasì.

Ma quali sono i ‘frutti’ dell’alveare?

Le api trasformano il nettare o la melata in un prodotto a lunga conservazione – il miele – di cui si cibano soprattutto durante l’inverno. I mieli CONAPI non vengono mai sottoposti a trattamenti di pastorizzazione.

La propoli arriva dalle sostanze resinose di cortecce e gemme di diverse piante che l’ape trasporta attaccate alle zampe posteriori fino all’alveare dove le trasforma in un materiale edile e di disinfezione dell’ambiente. La propoli, dal greco pro polis, non è propriamente un alimento ma piuttosto una sostanza che si usa per proteggere la nostra salute. Ha una composizione chimica variabile a seconda delle stagioni e del territorio.

176785La pappa reale è una secrezione ghiandolare che le giovani api producono tra il 4° e il 14° giorno di vita (le api comuni vivono 45 giorni; le regine 5 anni) , quando svolgono la funzione di nutrici delle larve e della regina. Insomma, una sorta di latte materno dell’alveare: si tratta di una sostanza gelatinosa dal colore biancastro o giallognolo e dall’odore tipicamente pungente. La sua composizione è unica; estremamente ricca di vitamina B5, una vera miniera di sostanze in grado di accrescere l’attività metabolica delle cellule. È davvero preziosa e quando la scegliamo è molto importante accertarsi della sua provenienza: italiana e biologica, come quella garantita da CONAPI.

176797Il polline è la polvere colorata presente nei fiori necessaria alla riproduzione delle piante, che avviene soprattutto grazie agli insetti impollinatori, tra cui le api sono le rappresentanti più efficaci. Una parte del polline che resta attaccata al corpo delle api bottinatrici viene usato per la colonia, un alimento completo e necessario. Tra i prodotti dell’alveare, è quello più equilibrato nelle sue componenti; è molto proteico e molto ricco di sostanze nutrienti utili anche per l’organismo umano.

176788Al contrario del miele, è un alimento facilmente deperibile: per questo CONAPI ha realizzato un impianto per il suo confezionamento in atmosfera modificata, per mantenerne inalterate le qualità. Si consuma da solo, o mischiato a succhi o ancora nell’impasto dei dolci piuttosto che in insalata o come topping per yogurt e gelati. A proposito: lo sapevate che CONAPI produce persino il gelato???

Carola Traverso Saibante
luglio 2019

SCOPRI I CORSI DI CUCINA DI SALE&PEPE

Condividi

tag: api cibo miele
  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it