Esprimi dieci desideri e chissà, tutto può cambiare

Esprimi dieci desideri e chissà, tutto può cambiare

Dal Venezuela, alle nostre case. Il rito dello “Spirito del Natale” lanciato dalle food blogger Francesca Guatteri e Luisa Ambrosini

Pinterest
stampa
spirito del natale_francesca e luisa
Sale&Pepe

Esprimi dieci desideri e chissà, tutto può cambiare. Chiudiamo gli occhi e pensiamo a qualcosa di bello, qualcosa di magico, che possa per un attimo lasciare alle spalle tutte le difficoltà di quest’anno. Abbiamo sperimentato nella nostra pelle che tutto può cambiare da un giorno all’altro ma non il Natale, che con le sue luci colorate, le tavole imbandite, anche se vissuto in maniera diversa, ha bisogno di vivere la sua magica atmosfera. Quindi sogniamo, e facciamolo come i bambini, in modo più leggero.

È su questo messaggio che è partita l’iniziativa “Lo Spirito del Natale”, lanciata da due rinomate food blogger, Francesca Guatteri e Luisa Ambrosini. Si tratta di un rito natalizio, molto antico e di origine venezuelana. Al centro c’è il desiderio, il sogno nel cassetto. È un gioco che raccoglie grandi e piccini, che permette a tutti di poter fantasticare con la mente, ma soprattutto è un simbolo che possa rilanciare speranza e l’opportunità di credere in qualcosa di migliore nel futuro. L’appuntamento è per il prossimo 21 dicembre. Cosa accadrà in questo anno? Cosa desideriamo per noi stessi e per i nostri cari? Intanto una scatola di latta e dieci sogni è tutto ciò che vi occorre. Scrivete i vostri pensieri, quello che vi viene dal cuore e sigillateli con un lucchetto. Il prossimo anno, nella frenesia di un altro Natale, vi verrà in mente quella scatolina abbandonata con i vostri desideri. Si saranno avverati? Se così sarà, tutto quello che bisognerà fare sarà bruciarli con una candela rossa, che vi illuminerà il viso e vi renderà ancora più felici. In caso negativo, non disperate, potrete ritentare. L’importante è non smettere di crederci.

Questa iniziativa è qualcosa che aiuta a sognare qualcosa di buono, allenare la mente per essere sempre alla ricerca di un pensiero positivo, ed ecco che basta poco che qualcosa di positivo accade davvero. In questo caso per le due food blogger è stato un vero e proprio regalo inaspettato. Direttamente dalla fabbrica di cioccolato Zaini, per loro, una lattina dalle grafiche anni 30’, un simbolo storico di questa fabbrica, di cui la sua storia ha quasi il sapore di una favola. Al centro di tutto c’è una donna, Olga Zaini, carismatica, determinata che nonostante la prematura morte del marito, fondatore della fabbrica nel 1913, non ha avuto paura e reagendo con determinazione e abbracciando il destino è diventata una delle prime donne industriali italiane. Lei, una vera paladina, un’icona d’ispirazione per tutte le donne, ma soprattutto per l’alleanza tra di esse. A nome della loro eroina, così la Zaini ha deciso di partecipare con entusiasmo all’iniziativa delle due blogger, portando in alto il rito dello Spirito di Natale.

Vi ricordate, avevamo detto che dovevate chiudere gli occhi e immaginare qualcosa di bello. Lo avete fatto? I vostri desideri vi aspettano, come Francesca e Luisa questa sera dalle 22.00 nelle stories Instagram per spalancare tutti insieme le porte allo Spirito del Natale.

Elena Strappa

Condividi

tag: Natale

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it