Carta di Milano: con Expo verso il futuro

Carta di Milano: con Expo verso il futuro

Il documento, che a fine ottobre passerà all’ONU, rappresenta un impegno di governi, istituzioni e singoli individui per una gestione del cibo intelligente

Pinterest
stampa
Agriculture - A farmer (grower) inspects his mature harvest ready crop of soybeans at dawn / Arkansas, USA.
Sale&Pepe

Fare la spesa, cucinare, mangiare, talvolta buttare… I gesti più abituali, compiuti sui binari prestabiliti di una quotidianità operativa sono spesso i meno consapevoli. Non sempre, mentre riempiamo il carrello del supermercato, di corsa tra un impegno e l’altro, siamo in grado di tenere conto della qualità del cibo che scegliamo, delle quantità veramente necessarie al nostro fabbisogno e alla salute. Non riusciamo a valutare provenienza, metodi di produzione e tutela dei lavoratori impiegati. Perché abbiamo poco tempo, ma forse anche perché sottovalutiamo gli impatti di queste azioni individuali su scala globale.

A sensibilizzarci arriva la Carta di Milano, un documento frutto del lavoro di associazioni, imprese e istituzioni che propone tanto ai cittadini quanto ai governi un patto d’impegno per una gestione del cibo più equa e responsabile. La carta, che a ottobre sarà consegnata all’ONU e che si può sottoscrivere sul sito (clicca qui), tocca i punti fondamentali della tutela del nutrimento, in linea con il tema di Expo 2015.

DIRITTO AL CIBO
Tutti hanno diritto al cibo: oggi e domani. Vanno definite strategie per garantire il nutrimento ai tanti che adesso non ne hanno; bisogna tutelare le risorse e attuare strategie per le generazioni future.

NO ALLO SPRECO
Ogni anno si buttano 1,3 miliardi di tonnellate di cibo: l’impegno in questo caso riguarda governi e imprese nell’ottimizzazione della filiera produttiva e i singoli individui a organizzare la spesa in modo da non buttare gli alimenti.

RISORSE
Ogni anno scompaiono più di 5 milioni di ettari di foreste, con danno alla biodiversità, alle popolazioni e al clima, con gravi rischi per il futuro.

POPOLAZIONE
Sulla terra siamo sempre di più e le risorse si possono esaurire: la sfida sta nel soddisfare le esigenze di una popolazione maggiore senza danneggiare l’ambiente.

EDUCAZIONE ALIMENTARE
Uno stile di vita sano e scelte alimentari consapevoli cominciano da una buona informazione a scuola e in famiglia.

FRODI
Il cibo è un patrimonio della cultura dei popoli e della salute e, come tale, va difeso.

LAVORO
Agricoltori, allevatori e pescatori operano in posizione fondamentale per il nostro nutrimento. Il loro lavoro va tutelato.

RICERCA
Lo sviluppo di metodi di produzione innovativi e di tecniche di imballaggio salutari e a basso impatto ambientale sono essenziali per nutrire il pianeta.

SCELTE RESPONSABILI
Valutare origine, provenienza, metodi di produzione del cibo che si acquista, consapevoli del fatto che tutti questi aspetti hanno impatto sulla nostra salute e sul futuro delle risorse mondiali.

Il futuro è nelle nostre mani: una firma e un po’ di attenzione al supermercato possono fare molto di più di quanto si creda. Cominciamo da qui e aspettiamo che gli altri facciano la loro parte.

Livia Fagetti
28 aprile 2015

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it