Vota

Rossi7Eccellenza assoluta per il più prestigioso produttore di Barolo, Roberto Voerzio, vignaiolo meticoloso e determinato, prima in vigna e poi in cantina, schivo di fronte al successo che lo celebra in Italia e nel mondo, attaccato alla sua terra e alla vita del vigneron che le etichette colorate dei suoi vini raccontano. Il Sarmassa si presenta nel bicchiere di colore granato scuro, profondo e luminoso. I profumi che libera sono puri, intatti, armoniosi nel succedersi: prima il frutto, denso, maturo, note di mora, ciliegia nera, poi il fiore, petali rossi appassiti, quindi le spezie, cioccolato finissimo, grani di caffè, liquirizia nera, soffi balsamici, venature eteree. Al palato la magia si ripete: è denso, caldo, avvolgente, ricco di aromi e di estratto, compatto nella sensazione tattile, perfettamente bilanciato da un tannino fine e maturo, che cede la scena nel finale (in bocca e nel cuore) a una persistenza aromatica interminabile.