Vota

Rossi7Convinti (a ragione) che il Cilento avesse, dal punto di vista vitivinicolo, grandi potenzialità ancora inespresse, i De Conciliis hanno avviato non molti anni or sono una ricerca della qualità senza compromessi sia in vigna sia in cantina. Il loro aglianico, dal nome di “coltraneiana” memoria, ne è testimone. Rosso rubino tendente al granato, nel calice appare di evidente consistenza. Eccellente l’impatto olfattivo, di una ricchezza non comune, con intense e complesse note di marmellata di prugne, viola appassita, profumi di cuoio e tabacco scuro. La trama speziata ha estro orientale nei ricordi di curcuma. Il gusto è imponente, pulito, decisamente morbido e strutturato, ricco di sensazioni pseudocaloriche e tanniche che gli regalano longevità.  Dopo l’assaggio lascia in bocca una lunga scia di spezia dolce.