Tutti i benefici del riso e dei functional food

Tutti i benefici del riso e dei functional food

È dietetico, altamente digeribile, versatile, poco calorico e, ultimo ma non per ultimo, gustosissimo. È il riso che, per meriti indiscussi, guida la lista di tutti i cibi funzionali.

Pinterest
stampa
riso bianco
Sale&Pepe

Avete mai sentito la definizione functional food? Sono cibi che per la salute hanno un beneficio particolare e in Giappone esiste anche una specifica normativa riguardante lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di questi cibi funzionali. E il riso è proprio uno di questi.

Secondo la definizione del British Journal of Nutrition (clicca qui) "un alimento può essere considerato funzionale se è sufficientemente dimostrata la sua influenza benefica su una o più funzioni del corpo”.

Il termine è stato coniato in Giappone negli anni '80, ma anche da noi sta diventando sempre più utilizzato. Crucifere, agrumi, bacche, aglio, mela, melagrana, pomodoro, curcuma, soia, tè verde, riso: sono tutti esempi di cibi che influenzano positivamente una o più funzioni del corpo. Un articolo di Glamour (clicca qui) parla in particolare del riso, considerato tra i functional food uno dei più utili e versatili, tanto che il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha recentemente lanciato una campagna di promozione per avvicinare il pubblico al patrimonio risicolo italiano, enfatizzandone il valore culturale, le proprietà nutrizionali e la molteplicità di usi possibili.

In Italia se ne coltivano ben oltre 140 varietà, incluse quelli a denominazione protetta: Riso DOP di Baraggia Biellese e Vercellese, Riso IGP Vialone Nano Veronese e Riso IGP Delta del Po.

Il riso può essere mangiato tutti i giorni a tutte le età e rientra fra quegli alimenti che, se assunti con regolarità, possono essere considerati veri complici della salute psicofisica. Le caratteristiche nutrizionali del riso sono da sempre conosciute e riconosciute, ma attualmente sempre più studi ne attestano le proprietà nutritive scientificamente. Innanzitutto il riso ha un’elevata digeribilità, superiore a qualsiasi altro farinaceo, e le sue proteine non contengono quelle frazioni glianiniche e gluteniniche capaci di provocare gravi intolleranze alimentari. Inoltre ha un’elevata presenza di acidi grassi essenziali, ha un apporto equilibrato di sali minerali, combatte l’ipertensione e grazie al gamma orizanolo influisce positivamente sui livelli di colesterolo. Infine il risp è buono e si presta a moltissimi impieghi, il che ne fa un alimento che fa star bene anche psicologicamente.

Emanuela Di Pasqua,
8 gennaio 2016

Commenti

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it