Spesa al super? Alla cassa si paga col telefonino

Spesa al super? Alla cassa si paga col telefonino

Questa estate il progetto è partito in tutta Italia per tanti punti vendita: in Italia sono già 880 i negozi e supermercati in cui la transazione passa direttamente dal proprio cellulare

Pinterest
stampa
spesa-cellulare
Sale&Pepe

Se n'è parlato molto negli ultimi anni ma ancora nei supermercati il pagamento attraverso il telefono cellulare non era arrivato, almeno in Italia: da questa estate invece, in diversi supermercati italiani è possibile pagare la spesa alla cassa senza Bancomat, carta di credito o contanti. Accade in tutti i punti vendita di Esselunga e in alcuni super di altri marchi, come CRAI, Carrefour, Despar, Conad, Simply, oltre a molti negozi per un totale di 880 punti vendita nella nostra penisola. Una volta passata la merce sotto al lettore di codice a barre, infatti, la cassa può accogliere un nuovo strumento di pagamento, lo smartphone del cliente che sta ultimando la spesa.

Come funziona il pagamento via cellulare - Il sistema è semplice, poiché le casse sono strutturate per questo tipo di pagamento e il cellulare di chi paga deve solo avere installata la app di Satispay (clicca qui), la tecnologia tutta italiana che permette questo tipo di transazione.
Dal suo cellulare l’utente seleziona il punto vendita in cui si trova: a quel punto il pagamento della spesa avviene direttamente inviando i soldi custoditi nel proprio smartphone nell'app Satispay (un vero portafoglio di moneta elettronica, collegato al proprio IBAN in totale sicurezza), senza dover usare i contanti o la mediazione della carta di credito. A parlarsi tra loro sono il cellulare e la cassa, che autorizza il pagamento quando il cliente digita sul suo telefonino l’importo totale del conto.

Pagare in mobilità - Una rivoluzione, comoda e annunciata, poiché il mobile payment, il pagamento via dispositivo mobile, sta diventando una realtà in diversi settori del commercio, dalle ricariche telefoniche ai biglietti dei mezzi di trasporto, dai parcheggi all’abbigliamento e ai ristoranti (proprio la ristorazione vanta diversi precursori italiani). Satispay in Italia ha 160mila utenti attivi e 18mila esercizi convenzionati e per ora la spesa di generi alimentari è possibile in tutti i negozi italiani di Esselunga (154 lungo tutto lo Stivale) e non solo, con l’auspicio che dopo il gruppo della Gdo siano altri a proporre questa alternativa di pagamento.

Il risparmio sott’occhio – Uno dei pregi del pagamento via cellulare della spesa è quello della semplificazione nella verifica delle uscite personali. Invece che verificare il totale speso con la carta di credito o mettere insieme gli scontrini infatti, la app per il mobile payment può dire in ogni momento quanti soldi rimangono sul conto corrente e conserva uno storico delle transazioni di modo da aver sempre sotto controllo il conto finanziario del mese e poter risparmiare o programmare la spesa nel tempo.

Eva Perasso
settembre 2017

Spesa perfetta, ecco come

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it