DonnaModerna
Estate, andiam per sagre

Estate, andiam per sagre

Una guida da scaricare online e un sito segnalano alcune tra le manifestazioni più gustose: un modo nuovo di fare turismo alla scoperta di specialità, eccellenze e tradizioni antiche

Pinterest
stampa
sagra di sera
Sale&Pepe

Sono la cartolina perfetta dell'estate: sfilate di bancarelle, carretti, food truck, tendoni e gazebo con lunghi tavoli dove sedersi a gustare specialità locali, spesso cucinate al momento in enormi tegami.
Quando scende la sera, si accendono le luci, parte la musica e a cibo, vino e sfiziosità si mescolano canti e balli.

Perché le sagre, da noi, sono grandi feste popolari, legate a tradizioni antiche.

Una caccia organizzata
Si tratti della celebrazione di un santo patrono o di quella, altrettanto partecipata, di un prodotto tipico, è impossibile resistere al richiamo di queste manifestazioni. Che raccolgono nelle loro piazze e strade gli abitanti dei paesi e i turisti in vacanza nei dintorni. Ma anche tanti appassionati che raggiungono apposta una determinata località per non perdersi la fiera dedicata al loro piatto o ingrediente preferito.

Non sempre è facile scovare l'evento giusto. La rete viene in aiuto dei viaggiatori del gusto e si moltiplicano le iniziative legate a questo mondo. Sponsorizzazioni comprese.

È il caso dell'iniziativa Il Gusto delle Sagre (clicca qui) firmata Ramazzotti. La casa produttrice del celebre amaro ha selezionato gli eventi più golosi dell'estate e li ha raccolti in un blog e in una guida, scaricabile online (clicca qui).

Vongole & cioccolato
I prossimi appuntamenti in agenda sono offrono l'opportunità di visitare luoghi che, oltre al food, sanno offrire bellezze naturali uniche.
A cominciare dalla sagra della Vongola verace di Goro (FE), nel Parco del Delta del Po (clicca qui). Nella località dove la pesca e l'allevamento dei molluschi dà lavoro alla maggior parte degli abitanti, fino al 23 luglio si cuoceranno ogni sera 6 quintali di conchiglie in un padellone di quasi 3 metri di diametro, per un totale di 1.200 porzioni. La ricetta? Quella tradizionale alla marinara con olio, aglio e prezzemolo. Approfittandone per spaziare anche tra le altre specialità di questo tratto di Adriatico, dai cefali alle anguille, dalle orate ai branzini, o regalarsi una gita in barca tra i canneti, luogo ideale per gli amanti del birdwatching.

Passando dal mare ai monti del Trentino, dal 21 al 23 luglio i comuni dell'Alpe Cimbra Folgaria, Lavarone e Luserna (TN) ospitano il Festival del Cioccolato (clicca qui) dove fare incetta di tavolette, praline, lastre, barrette, cioccolatini e golosità varie nella fresca e incantata cornice delle Dolomiti.

Dalla zucca alla polenta
Ad agosto con Ramazzotti si torna in provincia di Ferrara, dal 10 al 20, quando a San Carlo si tiene la Sagra della Zucca e del suo Cappellaccio Ferrarese Igp: l'occasione per assaggiare una ricetta che risale alla fine del Cinquecento e vedere all'opera le mitiche azdore, le massaie locali che impastano, stendono, farciscono e chiudono questi piccoli scrigni di bontà.

È in fase di ultimazione la nuova guida che, a settembre, porterà i foodies in Piemonte, il 15 settembre, per la Sagra del Cinghiale di Cameri (NO), in Lombardia, il 17 settembre, per quella del Gorgonzola, nell'omonima cittadina alle porte di Milano, e in Veneto, il 23 settembre, per salutare l'estate con la Festa del Baccalà alla Vicentina DeCo di Sandrigo (VI).

Un altro indirizzo di riferimento web interessante è quello che popone il Grand Tour delle Marche (clicca qui) con una carrellata di fiere e feste dedicate alle eccellenze di questa regione, tra l'Appennino e il mare. Ad Ascoli Piceno, dal 10 al 20 agosto, si svolgerà l'imperdibile Ascoliva, il Festival Mondiale dell'oliva ripiena all'ascolana da gustare in mille modi, compresa la variante al tartufo. Settembre si aprirà a Palmiano (AP) con il Patata dei Sibillini Fest (dall'1 al 3) per proseguire a Piobbico (PU) con la Sagra del polentone alla carbonara, il 9 e il 10. Settembre alla marchigiana si concluderà con Pane Nostrum, la festa che Senigallia (AN) dedica, dal 21 al 24, all'arte bianca.
Sul sito è possibile approfondire le manifestazioni e anche costruire un itinerario ad hoc.

Perché quello enogastronomico sia un turismo il più possibile vario, alla scoperta del cibo e del vino, ma anche dei territori con tutto il loro carico di cultura, tradizioni, paesaggi e natura.

Francesca Romana Mezzadri
Foto Filckr/Cristiano Cani
Luglio 2017

Condividi

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it