Tutti i cocktail da preparare con la birra

Tutti i cocktail da preparare con la birra

Birra e brandy, oppure birra e rhum, o ancora birra con ginger o tequila: è il trend del momento (e già da qualche anno tra gli early adopter). Normalmente viene usata insieme allo Champagne o al prosecco. Ma attenzione a qualche piccolo accorgimento.

Pinterest
stampa
beer-cocktail
Sale&Pepe

Anna Becera, bartender del Taproom No.307 di New York, svelava i principali segreti per un buon cocktail a base di birra in un articolo del Wall Street Journal già nel 2015 (clicca qui), parlando di un perfect summer drink, mentre un sito propone una lunga lista di ricette a tema. I cocktail alla birra in fatto di drink sono ormai l'ultima tendenza e altrove il trend è già consolidato. Negroni e Margarita oramai si accompagnano alle bionde o alle rosse. Laddove per bionde e rosse non si intendono avvenenti signore, ma tipologie di birra. Nel mondo degli alcolici di qualità infatti il trend è in rapida crescita, e la birra è ormai considerato (anche) come elemento fondamentale per i cocktail e i long drink più cool.

Giocare con gli altri alcolici
Gli elementi base da cui si parte per costruire un cocktail alcolico sono generalmente i distillati bianchi come la vodka, il rum o il gin. Tradizionalmente. Ma la birra ha la sua bella resa e da quando è stata scoperta in questa declinazione è stata subito birra-cocktail-mania. La birra ha iniziato a essere utilizzata soprattutto in quei cocktail che tradizionalmente hanno come ingrediente base lo champagne o il prosecco. Con la differenza che la birra ha varie intensità di gusto, e quindi la sfida è giocare con gli altri alcolici in armonia o in contrasto, garantendo sempre un buon equilibrio: le birre belga per esempio hanno un sapore grassy (erboso) e ben si sposano con l’altrettanto gusto erbaceo e luminoso del gin, mentre le forti birre scure ad alta fermentazione si associano molto bene con il sapore dolce del rhum. Il segreto dunque è quello di abbinare la birra agli altri alcolici in modo che ne esalti i sapori, senza sfocarla, ma anzi esaltandola. Vediamo dunque qualche esempio della nuova tendenza, segnalando un sito dal nome Beermixology (clicca qui), dove si possono trovare continuamente nuove e frizzanti ricette di drink beer-oriented.

James Bond, all’incontrario
Al contrario di ciò che diceva James Bond del suo Martini Cocktail, i mix a base di birra vanno mescolati, non agitati: il cocktail si prepara con i vari attrezzi del mestiere (shaker etc..) e la birra si aggiunge solo all’ultimo nel bicchiere, meglio se è un taller, cioè i bicchieri alti da birra, per non annullare l’effetto fermentazione. E ora qualche nome.

Black Velvet
Meglio usare la birra scura per questa bevanda a base di birra e Champagne. Versate in un bicchiere tipo flûte prima la birra e poi lo Champagne, aiutandovi con un cucchiaio, per lasciarlo “galleggiare” in cima al bicchiere. Già fatto.

Tirini One
In questo caso invece l’opzione migliore è la birra chiara (al 60%), alla quale si unisce la Tequila (20%), la Red Bull (20%) e una mezza fetta di arancia. Versate direttamente in un bicchiere da birra prima la birra chiara, poi la tequila e infine la Red Bull. Decorate con mezza fetta d’arancia.

Shandy Gaff 
In questo cocktail la metà è fatto di birra chiara e l’altra metà esatta di ginger. Versate per metà in un bicchiere ghiacciato (30 min in freezer) la birra chiara, e l’altra metà con il ginger. Guarnite con una fettina d’arancia o di limone.

Night Cap 
Birra e brandy per questo drink che chiede la birra chiara di tipo Ale, 2 cucchiaini di zucchero, 2cl di brandy e noce moscata. Portate la birra quasi all’ebollizione e aggiungete lo zucchero, il brandy e un pizzico di noce moscata. Ricordatevi di servirlo in bicchieri resistenti al calore.

Frittz
Metti un po’ di birra chiara (50%), un sorso di Cointreau (20%), due sorsi di Spumante (30%) e una fettina di limone. Versate negli appositi bicchieri prima il Cointreau e poi insieme la birra e lo spumante. Agitare il composto con uno stecco da cocktail e abbellire con una fetta di limone.

Punch alla birra
Più articolato questo cocktail che necessita di 2 bottiglie di birra chiara, 250gr. di fragole, 200 gr di zucchero di canna e 2 bottiglie di vino bianco. Tagliate le fragole e cospargetele di zucchero. Versate sopra mezza bottiglia di vino e lasciate riposare per un’ora. Prima di servire aggiungete il restante vino e la birra molto fredda.

Emanuela Di Pasqua
ottobre 2017

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it