Il pranzetto perfetto sotto l’ombrellone

Il pranzetto perfetto sotto l’ombrellone

Giornata in spiaggia, e il pranzo? Ecco come organizzarlo leggero, fresco e salutare, senza scordare il gusto!

Pinterest
stampa
pranzo_mare
Sale&Pepe

Una bella gita al mare, un ombrellone davanti al bagnasciuga, tanti bagni rigeneranti e poi... Come organizzare la pausa pranzo in modo equilibrato per saziarsi con gusto e poter tornare in acqua senza appesantirsi troppo? Oltre ai classici panini con insaccati e formaggi (molto pratici, ma non sempre indicati!), ci sono vari modi per rendere allegro il pasto, colorando il piatto e trasportando in comodità le pietanze. Nécessaire: una borsa frigo per mantenere tutto fresco, molta acqua per idratarsi, un po’ di preparazione casalinga (ma senza esagerare!) e la voglia di passare una giornata insieme al mare.

I piatti unici a base di pasta e riso freddi – L’idea vincente è quella di organizzare la borsa con un piatto sostanzioso e nutriente, in cui ci sia equilibrio tra proteine e carboidrati, con una buona dose di vitamine. Le insalate di pasta e di riso fredde rispondono perfettamente a questa esigenza. Da condire a piacimento con verdure precedentemente grigliate o sott’aceto, dadini di prosciutto, tonno al naturale, uova sode, pomodorini, mozzarella, oppure per chi non vuole optare per le proteine animali, si può pensare di condire il riso o la pasta con i legumi come piselli (o ceci). L’idea in più? Mixare nel piatto freddo frutta e verdura, scavando un piccolo meloncino e servendo l’insalata di riso o di pasta al suo interno. La polpa del melone appena scavato a dadi servirà per arricchire l’insalata e anche il problema delle stoviglie sarà risolto in modo molto “green”.

I grandi classici – Due piatti che sono freschi, nutrienti e sono da sempre grandi classici dei pranzi estivi, vanno bene anche sotto l’ombrellone se opportunamente conservati nella borsa frigo. Sono il prosciutto e melone, da preparare tagliando già il prosciutto a straccetti e il melone a dadi (o comunque eliminando già a casa le parti non edibili) e da gustare con un pezzo di pane fresco o grissini, oppure la caprese, con pomodorini e mozzarella a fette, se a disposizione del basilico fresco, oppure una spruzzata di origano.

Le insalatone – Largo spazio alla fantasia anche con le insalatone: inserite in un contenitore ermetico, si possono eccome portare in spiaggia! L’unica accortezza è quella di condirle se possibile al momento. Esistono comode bustine di olio e sale monouso perfette per la spiaggia, oppure boccettini infrangibili comodi da trasportare. Cosa mettere nelle insalate? Lasciarsi guidare dal gusto è la chiave di lettura… lattuga, rucola, pomodorini, peperoni tagliati a julienne e carote, o ancora olive, feta greca, tonno, crostini di pane vecchio… Per renderla energetica e fare il pieno di antiossidanti per proteggersi dal sole, aggiungete una manciata di semi di girasole o qualche noce e il pranzo sarà completo con un solo piatto.

Frutta: fresca, dolce, allegra! E per finire arriva lei, la frutta! Vitamina e acqua, perfetta per idratare e soddisfare la voglia di dolce anche sotto l’ombrellone, senza contare il suo potere a favore di un’abbronzatura perfetta e prolungata. Potete optare per la classica fetta di cocomero, da preparare già tagliata a spicchi triangolari per comodità d’uso, oppure sbizzarrirvi in una macedonia mista, da arricchire eventualmente con yogurt bianco versato al momento. Per divertire anche i più piccoli, potete preparare la macedonia formato “spiedino”: infilzate anguria, melone, ananas e chicchi d’uva sullo stecchino e gustate, magari con i piedi in acqua…

Eva Perasso
agosto 2017

Condividi

  • Ricette via mail

  • Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere settimanalmente suggerimenti, consigli e ispirazioni.

Accedi

Registrati, gioca, diventa Gourmet e pubblica le tue ricette su Salepepe.it