mortadellaLa mortadella è un famoso insaccato italiano, di origine bolognese, molto apprezzato anche all’estero. Il suo nome deriva dal latino «myrtatum », cioè profumato con mirto.

È al secondo posto tra i salumi più consumati in Italia.  Le famiglie italiane ne fa uso regolarmente. Principalmente a casa, dove la mortadella bolognese viene usata per farcire panini, come antipasto o secondo piatto, ma anche come ingrediente in cucina. La mortadella è composta per il 60% da carne di maiale, ricavata dalla spalla e dal posteriore, e per il 40% da grasso proveniente dalla guancia.

Versatile e dal sapore inconfondibile, si produce con una tecnica particolare: una miscela di carni magre di suino viene macinata finissima e aromatizzata con pepe, aglio e altre spezie (secondo la ricetta di ciascun produttore). Quindi, si amalgama a cubetti di grasso (il più duro e pregiato, ricavato dalla gola del suino), insaccata e cotta in stufe ad aria secca. Come si riconosce una mortadella di qualità? Al taglio, le fette devono essere vellutate, di colore rosa vivo uniforme e costellate di quadretti di grasso; inoltre si devono vedere i grani di pepe.

È preparata in grosse forme cilindriche di varie dimensioni e peso. Solitamente quelle che si trovano in vendita da affettare hanno un peso che si aggira sui 14 kg, ma possono raggiungere anche i 50 kg o essere confezionate in formato mignon, da mezzo chilo.

Questo gustoso insaccato può essere anche utilizzato per sughi, ripieni, involtini e polpettoni.