OLIOGARDA.jpgGarda Dop

Lavorazione

Per l’olio Garda Bresciano sono impiegate olive delle cultivar Casaliva, Frantoio e Leccino, per almeno il 55%. A esse possono aggiungersi altre varietà locali in misura non superiore al 45%. La denominazione Garda Orientale è ottenuta utilizzando le olive delle varietà Casaliva o Drizzar presente negli oliveti per almeno il 50%. Possono concorrere le seguenti varietà: Lezzo, Favarol, Rossanel, Razza, Fort, Morcai, Trepp, Pendolino, presenti negli oliveti, da sole o congiuntamente, in misura non superiore al 50%. Per produrre l’olio Garda Trentino si utilizzano le varietà Casaliva, Frantoio, Pendolino e Leccino per almeno l’80%.

Possono concorrere altre varietà presenti negli oliveti in misura non superiore al 20%. La raccolta delle olive deve avvenire dalla pianta a mano o utilizzando mezzi meccanici, entro il 15 gennaio. Gli oli Garda devono essere ottenuti utilizzando processi estrattivi meccanici o fisici. Le operazioni di oleificazione devono avvenire entro cinque giorni dalla raccolta delle olive.

Zona di produzione

Garda Dop Numerosi comuni in provincia di Brescia, Mantova, Verona e Trento. La denominazione Garda, accompagnata dalla menzione geografica aggiuntiva Bresciano è riservata all’olio prodotto in alcuni comuni in provincia di Brescia; la denominazione Garda Orientale comprende i comuni in provincia di Mantova e di Verona; la denominazione Garda Trentino riguarda poco più di 10 comuni in provincia di Trento.

Laghi Lombardi Dop La denominazione Laghi lombardi, accompagnata dalla menzione geografica Sebino è riservata all’olio prodotto in alcuni comuni in provincia di Brescia e di Bergamo; la denominazione Laghi lombardi Lario comprende i comuni in provincia di Lecco e Como.

Caratteristiche organolettiche

Garda Bresciano 

Colore: dal verde al giallo. Odore: di fruttato medio o leggero. Sapore: fruttato con leggera sensazione di amaro e piccante.

Garda Orientale 

Colore: verde da intenso a marcato, con modeste variazioni della componente del giallo. Odore: di fruttato leggero. Sapore: fruttato con sensazione di mandorla dolce.

Garda Trentino 

Colore: verde con riflessi dorati.Odore: di fruttato leggero con sensazione erbacea.

Sapore: sapido, fruttato.

 

Laghi Lombardi Dop 

Lavorazione

Per l’olio Sebino sono impiegate olive delle cultivar Leccino (minimo 40%); Frantoio, Casaliva, Pendolino e Sbresa, in misura non superiore al 60%. Possono concorrere altre varietà non oltre il 20%. La denominazione Lario è ottenuta utlizzando le olive Frantoio, Casaliva e Leccino in misura non inferiore all¿80%. Possono concorrere altre varietà non sopra il 20%. La raccolta avviene direttamente dalla pianta a mano o con mezzi meccanici, entro il 15 gennaio. Gli oli Laghi Lombardi devono essere ottenuti con processi estrattivi solo meccanici o fisici. Le operazioni di oleificazione devono avvenire entro tre giorni dalla raccolta.

Caratteristiche organolettiche

Laghi Lombardi Sebino Colore: verde-giallo. Odore: di fruttato medio-leggero. Sapore: fruttato con leggera sensazione di amaro e piccante. Laghi Lombardi Lario Colore: verde-giallo. Odore: fruttato leggero. Sapore: fruttato leggero con eventuale presenza di leggera sensazione di amaro e piccante.

Conservazione

Al buio e in luogo fresco per un anno dalla data di produzione.

Degustazione e abbinamenti

Gli oli Lombardi sono accomunati da finezza e da corposità sottile. Sono pertanto da utilizzare soprattutto con cibi delicati come insalate novelle primaverili, insalata di porcini crudi, erbette al vapore. Riso bollito alle erbe, lavarello bollito o al forno, verdure grigliate, pesci grigliati.