Oli extravergini di oliva Colline di Romagna e Brisighella DopZona di produzione
Colline di Romagna: Numerosi comuni in provincia di Forlì e di Rimini.
Brisighella: Brisighella, Faenza, Riolo Terme, Casola Valsenio, Modigliana, in provincia di Ravenna e di Forlì. Parte della zona di produzione è posta nella vallata di Lamone, protetta dai venti freddi del nord e dell’est così da riprodurre un microclima ideale per l’olivicoltura.

– Colline di Romagna cultivar
L’olio è ottenuto prevalentemente con olive correggiolo, dette localmente frantoio (minimo 60%), e leccino (massimo 40%). Possono essere eventualmente aggiunte,
sole o congiuntamente, le varietà pendolino, moraiolo e rossina (massimo 10%). Le olive sono colte direttamente dall’albero manualmente o meccanicamente.

Caratteristiche organolettiche
Colore: giallo oro con riflessi verdi più o meno intensi.
Odore: di buona intensità, fruttato soprattutto i primi mesi dalla produzione.
Sapore: di oliva matura, con note amarognole e piccanti.

– Brisighella cultivar
L’olio è prodotto con olive della cultivar nostrana che deve rappresentare almeno il 90%, eventualmente completate da altre olive locali (massimo 10%). Le olive sono
colte direttamente dall’albero manualmente o meccanicamente.

Caratteristiche organolettiche
Colore: verde smeraldo con riflessi dorati.
Odore: fruttato medio o forte, con sensazione netta di erbe e, oppure, di ortaggi.
Sapore: fruttato, con leggera sensazione di amaro e leggera o media sensazione piccante.

Conservazione
Gli oli si conservano non oltre un anno dalla produzione, in luogo fresco e riparato dalla luce.

Degustazione
Entrambi gli oli sono adatti a condire zuppe di verdura, insalate crude e anche cotte. Si tratta di oli ben caratterizzati, ma non aggressivi, che pertanto possono essere impiegati per condire pesci come branzini bolliti, trotelle anch’esse bollite o cotte al forno, e in genere preparazioni alla griglia.