alchechengiFrutto originario del Perù, l’alchechengi sembra una ciliegia di un delicato colore giallo o rossiccio e si trova sul mercato in autunno. Privo di nocciolo, è racchiuso in un involucro leggerissimo a forma di palloncino, che assomiglia alla carta pergamena.

In Italia l’alchechengi è diffuso nei giardini soprattutto come pianta ornamentale e i frutti sul mercato provengono principalmente da Colombia e Perù. Privi di nocciolo e ricchi di semi, gli alchechengi hanno sapore acidulo e vanno mangiati solo quando è scomparsa ogni traccia di colore verde dalla buccia.

Si possono gustare freschi o, più spesso, ricoperti di cioccolato, tal quali o come guarnizione nelle preparazioni di pasticceria. Inoltre, poiché sono ricchi di pectina, sono molto adatti ad essere trasformati in confettura. Al momento dell’acquisto, scegliete quelli con involucri color paglia, caratteristici dei frutti maturi.