Vota

trippaTrippa è la definizione attribuita ai prestomaci dei ruminanti, che sono tre: il rumine vero e proprio (che costituisce la parte più voluminosa), il reticolo detto anche cuffia (che è invece la parte più piccola),infine,l’omaso (che prende anche il nome di millefoglie o foiolo). Solitamente la trippa, prima di essere messa in vendita, subisce una serie di trattamenti e una precottura.

Prende il nome di trippa anche una parte dell’intestino tenue del vitello e del manzo che, aperta e pulita, si presenta con una superficie tutta a riccioli (per tale motivo viene chiamata riccia o ricciolino) e viene utilizzata per uno dei più noti piatti lombardi: la busecca.

La trippa, in genere, va cotta a lungo e la preparazione più tipica è in umido.