Vota

TacchinoIl tacchino è un volatile domestico chiamato anche dindo o «gallo d’India» perché originario delle Indie Occidentali. Fino a qualche decennio fa nel nostro Paese il tacchino non era particolarmente apprezzato, mentre oltre Oceano, negli Usa, era il piatto nazionale consumato nel giorno del Ringraziamento (festa nazionale americana) e a Natale. Ora è entrato nella nostra tradizione alimentare e, soprattutto, è diventato anche da noi il piatto-simbolo del Natale (sostituendo, in alcune regioni, il cappone).

Il tacchino, se di razza americana, può raggiungere anche 20 chili, mentre le varietà nostrane vanno da un minimo di 4 a un massimo di 5 chili. Un buon tacchino deve avere pelle bianca, grasso sottocutaneo pure bianco e carne morbida e non asciutta. In commercio si trovano animali interi (quasi esclusivamente nel periodo natalizio) oppure cosciotti o fesa.

Il tacchino intero è ottimo arrostito e farcito; la fesa si cucina in scaloppe, involtini, arrostita e impanata.